La Sportiva Outdoor Paradise, un altro futuro al Passo Rolle

Smantellare gli impianti da sci e tornare alla natura e al turismo sostenibile

dolomiti impianti la sportiva La Sportiva Outdoor Paradise lorenzo delladio passo rolle san martino di castrozza turismo sostenibile val di fiemme valle di primiero

La Sportiva Outdoor Paradise è il nome del progetto di riqualificazione ambientale per la zona del Passo Rolle, Dolomiti trentine, presentato ufficialmente ieri da Lorenzo Delladio, Amministratore delegato e presidente de La Sportiva S.p.a. Sinteticamente prevede lo smantellamento dei vecchi impianti sciistici per la creazione di un‘area a vocazione outdoor alternativa allo sci alpino. Complessivamente però è una vasta operazione di marketing, in sintonia con la filosofia dello sport e della montagna dell’azienda di Ziano di Fiemme, nonché un tentativo di trovare risposte alle nuove esigenze del turismo montano, in linea con i cambiamenti climatici e le richieste di un pubblico dell’outdoor mutato rispetto al passato.

Negli ultimi anni gli amanti della montagna hanno dimostrato sempre più passione e interesse per attività un tempo di nicchia o tipicamente stagionali, complici anche gli inverni con poca neve e temperature calde, nonché il crescente desiderio di wilderness, riscontrabile anche nei titoli dei cataloghi editoriali e nei cartelloni dei cinema.

Considerazioni di questo e di altro tipo, il legame e l’interesse per il territorio, hanno portato un gruppo di 10 amici a sognare una realtà diversa e ad impegnarsi per una proposta di futuro alternativo per la stupenda area del Passo Rolle, che divide le valle di Primiero da quella di Fiemme, nelle Dolomiti trentine. Del gruppo fa parte anche Lorenzo Delladio, che per concretizzare lo sforzo ha messo in campo la propria azienda nel progetto La Sportiva Outdoor Paradise. “Per noi non vuole essere un’operazione speculativa – ha detto Delladio prevenendo qualche dubbio -, ma esclusivamente una grande ed importante iniziativa di marketing, per raccontare ancora meglio i valori della nostra azienda che guarda caso partono proprio da queste montagne. E’ un progetto ambizioso che ribalta i paradigmi del turismo di montagna normalmente incentrati sulla presenza di impianti a fune, affiancandosi all’offerta turistica attuale per un approccio sostenibile e in grado di trasferire veramente i valori fondanti del nostro territorio”.

In breve, spiega il comunicato La Sportiva, si tratta di riportare un’area tradizionalmente vocata allo sci alpino al naturale, con l’acquisizione delle quote societarie Sitr e lo smantellamento degli impianti. Quindi la riqualificazione della zona passerà attraverso offerte mirate a un turismo che ha come parole chiave benessere, sostenibilità e semplicità. Un grande rifugio farà da centro nevralgico dal quale si snoderanno le diverse attività sportive, ludiche ed educative, con servizi legati alla ristorazione e al relax. La sede poi sarà capace di ospitare meeting aziendali, eventi, test prodotti, educational e fungere da centro di allenamento per atleti in alta quota. Secondo il piano, saranno realizzati inoltre 5 o 6 alloggi innovativi, come una casa sull’albero, una camera in quota con tetto trasparente, un Igloo in ghiaccio abitabile e la riconversione delle strutture industriali esistenti.

Se non lo sci, quali attività verranno allora sostenute e praticate sia in estate che in inverno? Praticamente tutte: trail running, ciaspole, trekking, nordic walking, bike, sled dog, arrampicata, sci alpinismo, parapendio, orienteering, passeggiate a cavallo e camminate.

La Sportiva Outdoor Paradise prevedrà anche un’area giochi dedicata ai bambini con pratiche di avvicinamento allo sport, creative e di socializzazione.

“L’iniziativa privata dell’azienda La Sportiva porta una decisa iniezione di entusiasmo in un progetto che per il suo successo ha bisogno di una partecipazione convinta di tutti gli Enti coinvolti che porterà anche a generare nuove opportunità di sviluppo per il Passo Rolle stesso – ha spiegato Davide Gabrielli, dello Studio Gabrielli & Partner che supporta il progetto -: ci auguriamo che la mentalità degli operatori possa essere aperta al cambiamento per preparare il futuro di quest’area.”

Gli stakeholder dell’area Passo Rolle, San Martino di Castrozza, Primiero e Valle di Fiemme, dovrebbero quindi essere coinvolti nel progetto La Sportiva Outdoor Paradise.

“Il progetto avrà successo – scrive infatti l’azienda – se tutti gli operatori sapranno adeguarsi alle nuove esigenze offrendo maggiori e migliori servizi. Per questo si pensa di coinvolgerli in corsi di formazione organizzati dalla ‘’Gabrielli & Partner’’, in modo da creare un’offerta che soddisfi quanto verrà promesso dalla pubblicità che sarà fatta. Tutti dovranno adoperarsi per far si che questa ‘operazione’ possa dare finalmente una svolta decisiva e positiva al Passo Rolle”.

L’intenzione dell’azienda di Ziano di Fiemme è quella di dare il via alle operazioni nel corso del 2018, attualmente comunque La Sportiva Outdoor Paradise è in fase di presentazione agli enti territoriali.

 

Nella foto: Lorenzo Delladio, La Sportiva

AZIENDE

Postato il Categorie Le novità del mondo OutdoorTag , , , , , , , , ,


Outdoortest.it è una guida all'acquisto di attrezzatura sportiva per l'outdoor che nasce dall'esperienza di professionisti del mondo dello sport.

Iscriviti alla nostra newsletter


Hai un negozio?

Seguici su

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati - via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) - P.IVA 05019050961 - info@altracom.eu - note legali

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta sempre aggiornato

Registrazione avvenuta con successo

Pin It on Pinterest

Share This