24 H di Finale Ligure, supereroi al via

In "solo", in coppia o in squadra: 1000 atleti alla conquista delle Mànie

Il gruppo Riviera Outdoor Bike Shop poco prima del via
Lo start della categoria "solo" alla 24 H di Finale Davide Ferrigno, categoria "solo", 24 H di Finale Concorrenti al via della 24 H di Finale Ligure 2016 I box del team Riviera Outdoor Bike Shop Fiale Outdoor Resort logo Uno stremato Davide Ferrigno pochi minuti dopo il termine della prova La classifica finale della categoria "solo" Una sosta nella notte per Davide Ferrigno Alimentazione notturna per Davide Ferrigno, alla 24 H di Finale Ligure

Superman, Wonder Woman, Thor, Captain Harlock, … c’erano tutti al via della diciottesima edizione della 24 H di Finale Ligure, corsa da venerdì 27 a domenica 29 maggio sull’altipiano delle Mànie.

Ma oltre ai supereroi più famosi, e molto più agguerriti e motivati, c’erano i quasi 1000 partecipanti, provenienti da tutto il mondo, che hanno deciso di cimentarsi in una delle prove più dure e affascinanti del panorama MTB internazionale.

Vernerdì 27 alle ore 12 ha preso il via dalla piazza del Cannone a Finale Ligure la sfida di 155 “solo” e 32 “coppie”. Un agguerrito manipolo di coraggiosi e coraggiose che ha voluto mettersi alla prova con mente e corpo inanellando quanti più giri del percorso allestito dagli organizzatori, cercando di ridurre al minimo le soste e i momenti di riposo, e gestendo spesso con difficoltà i problemi legati all’alimentazione e al reintegro dell’enorme quantità di energia spesa.

Il clima molto caldo di giorno, umido di notte, ha contribuito a rendere più arduo il compito inducendo l’insorgere di micidiali crampi muscolari; la polvere presente in grande quantità lungo il percorso ha ridotto la visibilità, soprattutto notturna, chiedendo ai già provati concorrenti un ulteriore sforzo di concentrazione per non incorrere in incidenti lungo le discese.

Nonostante questo, nessuno si è arreso. Ciascuno con il suo passo, inseguendo i propri obiettivi di classifica o semplicemente per esserci e concludere, ha affrontato la prova in solitaria, ma con la sicurezza di un’assistenza logistica, organizzativa, morale esterna (mogli, fidanzate, amici), senza il cui essenziale supporto non sarebbe stato possibile affrontare l’impresa.

Alle 15 di sabato 28, questa volta dal paese di Noli, è stato dato lo start alle oltre 100 squadre (da 4, 8 e 12 atleti) iscritte, il cui percorso ricalcava solo in parte quello della giornata precedente, con estensione e dislivello maggiori, dal momento che lo sforzo, in questo caso, viene suddiviso.

Il clima, al momento, è ancora sufficientemente stabile, ma le previsioni concordano su un drastico peggioramento notturno e per tutti i concorrenti si preannuncia una nottata epica.

E così è stato, infatti. Pioggia scrosciante notturna, calo delle temperature, fango al posto delle polvere, nebbia mattutina… ed ecco che l’idilliaco scenario mediterraneo dell’altipiano delle Mànie si trasforma nell’aspra brughiera scozzese, mettendo a durissima prova la capacità di adattamento e reazione dei corridori.

Questo è lo spirito e il fascino della 24 H di Fiale Ligure, un evento oltre alla gara, una sfida da giocare ognuno nel modo più personale, così come è stato nelle intenzioni fin dall’inizio, quando Riccardo Negro (Finaleoutdoorresort) e Lorenzo Carlini (Florenz bike hotel) nel 1999 ebbero l’idea, la progettarono e le diedero vita.

Outdoortest.it ha voluto essere presente alla 18° edizione della 24H di Finale per raccontare una video-storia, quella di Davide Ferrigno, nostro tester bike, che ha deciso di affrontare per la prima volta la prova in “solo”, dopo alcune edizioni in squadra.

Lo abbiamo seguito passo passo, in tutte le fasi, nei “facili” momenti  iniziali, nelle crisi notturne con crampi, nei difficili giri finali dove lo sfinimento stava per prendere il sopravvento, nella grande soddisfazione al traguardo, per essere stato capace di superare se stesso.

Complimenti Davide, un 46° posto assoluto nella categoria “solo” non ipotizzato alla vigilia, ma del tutto meritato.

E’ online il video dell’impresa di Davide. Non perdetelo.

LINK UTILI




Outdoortest.it è una guida all'acquisto di attrezzatura sportiva per l'outdoor che nasce dall'esperienza di professionisti del mondo dello sport.

Iscriviti alla nostra newsletter


Hai un negozio?

Seguici su

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati - via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) - P.IVA 05019050961 - info@altracom.eu - note legali

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta sempre aggiornato

Registrazione avvenuta con successo

Pin It on Pinterest

Share This