outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST

Manifattura Valcismon: i soci creano un fondo Covid per i dipendenti

L'azienda proprietaria di Karpos, Castelli e Sportful, istituisce un fondo a tutela dei propri dipendenti.

In seguito all’improvvisa quanto pericolosa emergenza sanitaria da Covid-19, l’azienda è stata in grado di reinventare tempestivamente le proprie modalità di lavoro, attuando delle politiche mirate al contenimento dei danni sia in termini di salute che economici, puntando prioritariamente alla tutela e salvaguardia della salute dei dipendenti.

Per Manifattura Valcismon l’inizio del 2020 prospettava un nuovo anno di sfide e nuove vette da conquistare: infatti, i mesi di gennaio e febbraio presentavano inizialmente un andamento perfettamente in linea con le previsioni. Ma con il mese di marzo qualcosa è cambiato, all’improvviso il caos: arriva la sferzata da parte del “nemico invisibile”, che in rapidità ha costretto l’azienda a chiudere temporaneamente la propria sede dal giorno 12 di marzo, adottando per la prima volta nella storia dell’azienda la pratica dello Smart Working. Rimanendo fedele ai propri principi e portando avanti costantemente una politica di tutela dei propri dipendenti, da marzo a tutt’oggi, vi sono ancora alcuni lavoratori che stanno operando da casa, mentre per quella fetta di dipendenti il cui lavoro deve necessariamente essere svolto in presenza, è stata predisposta una turnistica al fine di evitare assembramenti nei luoghi di lavoro, riducendo drasticamente il rischio di contagi (anche mediante la fornitura di DPI quali mascherine, gel igienizzanti e guanti monouso, oltre che una rigorosa e costante sanificazione degli ambienti di lavoro e degli spazi comuni).

Il CEO Alessio Cremonese commenta così: “Nel momento in cui abbiamo richiesto dei sacrifici ai nostri dipendenti, li abbiamo sempre trovati presenti. Adesso, in questo momento di difficoltà, ci è sembrato doveroso andare loro incontro anche economicamente, per aiutarli a superare questa situazione che indistintamente ha colpito tutti”, dimostrando ancora una volta l’impegno dell’azienda nell’attivarsi con molteplici azioni di protezione, mirate ad evitare la diminuzione della retribuzione dei lavoratori. La cassa integrazione per i dipendenti, infatti, è stata prontamente anticipata, ed è stata istituita un’assicurazione Covid-19 per i dipendenti nell’evenienza in cui qualcuno avesse potuto contrarre il Virus. È stato altresì ammirevole il gesto da parte dei managers, ossia di donare volontariamente in azienda alcune giornate effettivamente lavorate, per dare il loro con- tributo economico in quel momento difficile che l’azienda stava vivendo.

Manifattura Valcismon

Ma non finisce qui, perché i soci di maggioranza (famiglia Cremonese e Steve Smith ) con il contributo di Equinox (fondo di Private Equity proprietario dal 6 Febbraio 2019 del 40% del Gruppo) hanno istituito personalmente un fondo di 200.000 € da impiegare per l’integrazione dello stipendio per le fasce di dipendenti maggiormente danneggiati dal lockdown. “In un’ottica di tutela e protezione dei propri dipendenti”, afferma Cremonese, “ci sembrava semplicemente la cosa giusta da fare in un momento così complicato. La nostra speranza è che questo gesto possa essere di aiuto per tutti i nostri dipendenti al fine di superare questa crisi sanitaria ed economica, e perché no, magari essere un esempio concreto per molti altri imprenditori”.

In più, l’azienda ha dimostrato ancora una volta il proprio spirito di innovazione e un tempestivo adattamento alle situazioni di cambiamento, potenziando il proprio canale di vendita online in pieno lockdown (di fatto tutti i negozi di abbigliamento sportivo erano chiusi), rendendolo ancora più efficiente proprio osservando le nuove abitudini che si stanno creando per quanto riguarda il mondo dello sport: la tendenza a svolgere sport individuali per evitare assembramenti, infatti, sta avendo dei risvolti positivi nell’industria del ciclismo (aumento dei ciclisti anche grazie agli incentivi statali per l’acquisto di biciclette) e dell’outdoor (attività che permette alle persone di godere di più libertà rispetto ad altri sport).

Ora che il lockdown è finito e i suoi effetti iniziano pian piano ad attenuarsi, per Manifattura Valcismon le sfide e le nuove vette da conquistare rimangono sempre lì, ciò che è cambiato sono solo le modalità per raggiungere gli obiettivi.


Potrebbero interessarti anche

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati – via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) – P.IVA 05019050961 – info@altracom.eu

Made by

Pin It on Pinterest