outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST
HEAD RAPTOR WCR 140 SL 96

HEAD RAPTOR WCR 140 SL 96 scarpone sci alpino 2022

Per gli sciatori con una tecnica consolidata e che vogliono trascorre una intera giornata senza rinunciare alla velocità

Sintesi

Head Raptor WCR 140 è uno scarpone che garantisce altissime performance; è il prodotto adatto per sciatori di alto livello molto esigenti e che amano le alte velocità.

Federico Marchiori

Testato da:

Federico Marchiori

il 07/07/2021

90/100

Risultati

Accesso
Calzata
Chiusura/regolazioni
Comfort
Sensibilità
Trasmissione impulsi
Voto totale 90
Dati test
Data inizio : 07/07/2021 Data fine : 11/07/2021
Campo test : Ghiacciaio del Matterhorn
Condizioni neve : Compatta Invernale, Firn
Descrizione terreno : Piste battute, neve trasformata
Meteo : Soleggiato Temperatura aria : -4°/+8°
Scopri di più sulle nostre recensioni

Scheda tecnica

Costruzione
Parte esterna PU
Scarpetta
Sottopiede telaio WCR PRO LF HP 50mm
Sistema di chiusura
Scarpetta: Doppio strappo di potenza in velcro Adj.
Sistema di chiusura/leve
Ganci: 4 fibbie avvitate micro-regolabili in lega Spineflexr acing
Particolarità
Punta estesa
Suola
Spessore approvato FIS


Le nostre valutazioni

Head raptor WCR 140 è uno scarpone che a prima vista ha un look minimale e lineare, scafo e gambetto sono interamente di colore bianco, nella parte esterna dello scafo è presente il logo dell’azienda in colore nero che si estende lungo tutta la superficie, tra i due ganci posizionati sullo scafo è presente la scritta Raptor WCR 140 che sta a specificare il flex, sempre esternamente, nella parte interna del gambetto si possono trovare tutte le specifiche tecniche quali last e vari gradi di escursione.

 
Head WCR Raptor 140
Head raptor WCR 140 - dettaglio grafico laterale e sistema di chiusura
 

Nel Head raptor WCR 140 è ben visibile lo strap posizionato tra scarpetta e gambetto, non è un semplice strap bensì un booster abbinato ad un sistema double power molto comodo, che grazie alla sua conformazione, consente all’utente di serrare lo scarpone facendo metà della fatica.

 
Head WCR Raptor 140
Head raptor WCR 140 - dettaglio frontale sistema di chiusura
 

I ganci del Head raptor WCR 140 non sono i classici con chiusura a cremagliera bensì sono dei ganci Spineflex; questa tipologia si differenzia in quanto il gancio classico man mano che si serra cambia il punto di trazione, invece di tirare tende a schiacciare, il gancio Spineflex di Head va copiare benissimo lo scafo dello scarpone ed evita lo schiacciamento verticale della scarpa.

La scarpetta del Head raptor WCR 140 è molto bella e ha un colore giallo fluorescente e nero con dei dettagli simil-carbonio posizionati nella parte superiore di essa; cattura immediatamente l’attenzione una coppia di linguette plastiche che fuoriescono dalla tomaia, si tratta di un componente della tecnologia  Liquid Fit di Head.

 
Head raptor WCR 140
Head raptor WCR 140 - dettaglio tecnologia Liquid Fit
 

Questa particolare tecnologia del Head raptor WCR 140 permette di iniettare all’interno della scarpetta un gel che non solidifica in quanto ha ha un punto di congelamento a -60 gradi, esso si appoggia sulla tomaia e spinge le imbottiture della scarpetta verso il piede stesso.

I vantaggi di questa tecnologia sono i seguenti: miglioramento del contenimento della caviglia e miglioramento trasmissione movimenti. È possibile inoltre rivedere l’iniezione in qualsiasi momento tramite una valvola di non ritorno; si può sia aggiungere sia levare il materiale qualora fosse necessario, il che rende la scarpetta costantemente customizzabile in base alle proprie esigenze, questa tecnologia viene anche utilizzata da alcuni atleti di coppa del mondo.

 
Head raptor WCR 140
Head raptor WCR 140 - vista laterale scarpetta
 

L’azienda ha lavorato in due modi sia sulle forme e sul comportamento meccanico della scarpa come tipo di struttura sia chimica con le plastiche particolari utilizzate.

Sulla meccanica, l’azienda ha lavorato sulla rigidità torsionale ottenuta modificando il pistone sotto il piede che è molto più pieno.

La punta è allungata, i lembi ,paragonati a quelli del vecchio raptor che venivano molto avanti, sono stati accorciati creando un tubo più rigido nella parte anteriore del Head raptor WCR 140 aumentando la reattività e la trasmissione dei movimenti.

 
Head WCR Raptor 140
Head raptor WCR 140 - dettaglio grafico tecnologia Extende Toe Box
 

Per quanto riguarda l'omogeneità di flessione l’azienda ha lavorato nel sistema di accoppiamento scafo-gambetto, fissando al minimo la brugola del canting; ora è possibile avere un sistema solidale che limita al minimo gli attriti tra lo scafo e il gambetto del Head raptor WCR 140 e che garantisce tale omogeneità. Head ha lavorato molto sui volumi specialmente sul tallone che è stato arretrato al fine di ottener un carico sempre preciso sulla parte posteriore della scarpa.

 
Head raptor WCR 140
Head raptor WCR 140 - dettaglio posteriore scafo
 

Ho testato questo Head WCR Raptor 140 nella misura 26.5mm con last 96mm nel Ghiacciaio del Matterhorn in una bella giornata di sole a Luglio 2021.

 
Head WCR Raptor 140
Head raptor WCR 140 - dettaglio grafico informativo
 

Già provando a secco l'Head raptor WCR 140 mi aveva regalato un ottimo feedback circa la sua comodità nonostante sia un low volume con un flex importante. Sul campo si è confermato essere molto confortevole e un l’accesso è agevole che non dà particolari problemi così come l’uscita.

La chiusura del booster è immediata e di una facilità inaudita; i ganci Spineflex nonostante siano atipici sono molto comodi e ci si abitua subito alla loro presenza. Ho apprezzato molto come la chiusura di questi mi abbia fasciato il piede alla perfezione senza crearmi fastidiosi punti di contatto.

Inizialmente pensavo che, grazie alla temperatura piuttosto rigida, lo scarpone fosse molto rigido; invece così non è stato, questo è dato dalla tipologia di plastica utilizzata in fase di fabbricazione: una TPU molto gommosa, dai -20º C ai + 5º. Questo materiale si stabilizza e il flex rimane costante e invariato; questa caratteristica un poliuretano tradizionale non la garantiva in quanto tendeva ad irrigidirsi a temperature basse e a mollarsi a temperature più elevate.

In azione Head WCR Raptor 140 è stato all’altezza delle mie grandi aspettative. Ho notato una ottima pastosità in flessione della scarpa a inizio curva, non risulta mai difficile imprimere le forze a livello della caviglia, il gambetto offre un sostegno eccezionale e flette in maniera progressiva aiutando a deformare lo sci gradualmente, nei cambi di direzione è fulmineo, provato ad alte velocità mi ha sorpreso non avrei immaginato una così elevata agilità laterale.

La trasmissione dei movimenti è ottima in tutti gli archi di curva; inoltre ho provato a testare sul campo quanto questo scarpone potesse sostenere in caso di curve al limite e devo dire che più la curva è condotta e più la traiettoria è chiusa. Il sostegno posteriore aiuta a mantenere una centralità ottimale.

Questo Head WCR Raptor 140 è eccezionale anche nel caso in cui ci si voglia spingere in curve ad elevate inclinazioni. Ho provato, in qualche discesa, a incastrare un paio di inclinazioni importanti e non ha mai toccato la neve; ciò accade anche grazie al nuovo posizionamento delle leve, molto più alto, che ha permesso di aumentare di quasi in più il punto di contatto con la neve rispetto alla scarpa precedente; contribuendo ad aumentare la facilità di inclinazione laterale.

Destinazione e consigli d'uso

Head WCR Raptor 140 è uno scarpone che garantisce elevate prestazioni per giornate sulla neve ricche di velocità e grandi performance.

Personalmente lo consiglierei sicuramente a sciatori esperti che hanno bisogno di uno scarpone che possa garantire sostegno e grande precisione.

Lo considero inoltre un valido attrezzo da lavoro per professionisti del settore in quanto permette di avere la precisione necessaria per dimostrare al meglio in tutti i livelli e, al bisogno, garantisce le migliori prestazioni se portato ad alte velocità.

Lo sconsiglio a sciatori principianti e intermedi poiché un last così stretto e un flex così rigido inibiscono l’apprendimento e risulterebbe molto scomodo durante una lunga giornata sulla neve per chi non è abituato a portare questo genere di prodotti ai piedi.

Suggerisco, una volta calzati gli scarponi, di valutare la possibilità di iniettare il gel della tecnologia Liquid fit qualora si sentissero dei punti vuoti all’interno. Inoltre, una visita ad un buon boot-fitter, nel caso in cui vi facciano male i piedi durante il giorno, può essere utile al fine di dare una fresata al materiale in eccesso e comunque non è mai una cattiva idea!

LEGGI TUTTO
Marca Head
Modello: Raptor WCR SL 96
Attività: Sci alpino
Utilizzatore:

Esperto

 

Professionista

 
Anno: 2022
Prezzo: 560 €

Dice l'azienda

L'utilizzo di nuove termoplastiche ha consentito al Raptor WCR 140 di ottenere livelli unici di performance. Il last da 96mm, un alloggiamento più profondo del tallone e un avampiede allungato per consentire miglior mobilità delle dita assicurano la massima centralità lungo tutta la curva.

Lo scarpone presenta suola regolamentata FIS e il Flex Performance e Rear Support tuning con possibilità di regolazione del flex da 150 a 140. La scarpetta WCR PRO può essere personalizzata grazie alla tecnologia Liquid FIt. 4 ganci Spineflex garantiscono una chiusura omogena dei lembi per una sciata estremamente reattiva.

Prodotti Correlati

Potrebbero interessarti anche

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati - via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) - P.IVA 05019050961 - info@altracom.eu - Outdoortest.it è una testata giornalistica registrata con Aut.Trib.di Milano n. 127/2020. Direttore Responsabile: Alfredo Tradati

Made by

Pin It on Pinterest