outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST

2° Ski Rental Summit: entriamo nel cuore della piattaforma di studio del rental

L'identikit del noleggio italiano: numeri, dimensioni e aspetti critici, per sviluppare qualità e sicurezza del servizio

Bolzano, 10 aprile 2019. Prowinter è la manifestazione incentrata sul business degli sport di montagna che ha avuto inizio ieri a Fiera Bolzano e si terrà fino all’11 aprile. Cuore dell’evento è Prowinter Lab, un osservatorio permanente del settore che raccoglie dati sulle realtà di noleggio in Italia. Durante il 2° Ski Rental Summit, che si terrà da oggi pomeriggio, verranno presentati in esclusiva i risultati. Facciamo quattro chiacchiere con Alfredo Tradati, il responsabile e il coordinatore, per scoprire dati e obiettivi.

Prowinter Lab e 2° Ski Rental Summit in pratica

“Lo studio ha preso avvio tre anni fa con lo scopo di realizzare il primo e unico database delle strutture di noleggio operanti sul territorio italiano, dato fino ad allora del tutto inesistente. Si tratta di un’attività, quella del noleggiatore di articoli sportivi, che non ha contorni professionali, nessuna regola specifica, nessun adempimento obbligatorio e, pertanto, si dimostra molto sfuggente ad ogni tentativo di indagine approfondita. Per questo motivo abbiamo pensato ad un contatto diretto, sistematico con ogni singolo proprietario/gestore, ricercando numeri telefonici, siti internet, elenchi comunali e delle camere di commercio, per cercare di stanare ogni ragione sociale esistente, in qualche modo collegata al settore. Al temine del triennio, Prowinter Lab è stato un grado di intercettare quella che, con forte convinzione, riteniamo essere l’intera massa critica del comparto, spalmata sull’intero territorio nazionale. Abbiamo acquisito una grande mole di dati sulle caratteristiche peculiari del “noleggio italiano”; ne conosciamo le dimensioni, i tassi occupazionali, le tipologie e le quantità dei prodotti inseriti nel circuito, compresi i tassi di sostituzione annuali. Sul piano della qualità del sevizio e della sicurezza abbiamo indagato l’esistenza di specifiche procedure per il rispetto dell norme relative alla regolazione degli attacchi da sci, e le modalità di formazione del personale addetto al noleggio stessoNe consegue un quadro approfondito e attualizzato di un segmento produttivo divenuto un fondamentale pilastro nell’economia turistica montana invernale, con particolare riferimento alle zone alpine, ma forte presenza anche sull’Appennino.”

Prowinter 2017 (foto Marco Parisi)

Il report

Obiettivi e criteri

Lo studio del triennio 2017/19 presentato al 2° Ski Rental Summit si è dedicato alla conoscenza del comparto noleggio sci, con specifico riferimento a:

  • Quantità delle realtà di noleggio in Italia.
  • Dimensioni del punto noleggio.
  • Tipologia dell’attività (noleggio esclusivo, noleggio + negozio, scuola di sci, hotel, altro).
  • Addetti al servizio, quantità nei periodi stagionali, formazione tecnica.
  • Prodotti, tipologia, quantità, ritmo di sostituzione.
  • Sicurezza, criteri di regolazione e controllo degli attacchi da sci, manutenzione sci, caschi.

La metodologia d’indagine utilizzata prevede il contatto diretto con l’intera base dei noleggi italiani, tramite interviste, questionari, ecc..

La «ski community» sulle piste italiane: panorama di riferimento

Dati generali del comparto sci in Italia:

– 8% percentuale di sciatori italiani sull’intera popolazione (12% in Francia, 37% Svizzera, 35% Austria).
– 4,8 ML sciatori italiani.
– 2,8 ML sciatori stranieri in Italia.
– 7,6 ML sciatori/anno totali sulle piste italiane, di cui:
– 63% italiani.
– 37% stranieri.

Fonte Laurent Vanat.

1° Ski Rental Summit by Prowinter Lab a Bolzano
1° Ski Rental Summit by Prowinter Lab a Bolzano

Dati Prowinter Lab®

Noleggianti

– 70% stranieri noleggianti.
– 30% italiani noleggianti (dato medio, ci sono stazioni oltre il 50%, altre al 20%, dipende da tipologia di frequentazione, potere d’acquisto).
– 50% percentuale media noleggianti in Italia. (Austria 55%, Francia 70%)
– 3,4 ML noleggianti sulle piste italiane.
– 3,5 le giornate medie di noleggio per ciascun noleggiante.
– 11,9 ML le giornate/noleggio totali in stagione.
– 60€ valore spesa media per noleggiante (comprende le singole giornate e i periodi di più giornate).
– 210 ML fatturato stagionale stimato complessivo del comparto “noleggio sci” in Italia.

I noleggi italiani

– 861 Noleggi italiani censiti (per oltre 600 ragioni sociali).
– 41% noleggio sci esclusivo.
– 49% noleggio + negozio di vendita.
– 10% scuola sci e hotel.
– 19 regioni con presenza di noleggi.

Gli addetti al noleggio stagionali sono 2.900, pari a 3,38 addetti impiegati per ogni noleggio. Per la formazione del personale il 30,5% dichiara di affidarsi a organizzazioni esterne. Il dato è in crescita rispetto alla stagione 2017/18 di un + 8,5%.

La superficie media dei noleggi è di circa 90 Mq (con punte massime di 1000 Mq e minime di 24 Mq).


Sicurezza

Regolazione degli attacchi

– 44% dei noleggi dichiara di regolare gli attacchi da sci con apposito software (Rentmaxx, Sportsrental, Easyrent, Rent-all) per determinare il valore “Z” di sgancio in base alle norme ISO.
– 56% dei noleggi dichiara di effettuare la regolazione manuale degli attacchi, senza identificazione del valore “Z”, basandosi sulla propria esperienza.

Caschi

– 171.000 caschi presenti nel sistema di noleggio italiano con una media di 199 caschi per struttura.

Sci

– 327.619 paia di sci presenti nel sistema noleggio italiano, 380 le paia presenti per struttura.
– 21% il tasso di sostituzione medio annuo del parco sci.
– 69.000 paia di sci venduti ai noleggi italiani ogni anno (tra modelli specifici e modelli di gamma) pari al 36% delle vendite di sci totali (190.000 paia sci venduti nel 2017/18, stima + 10% su dati Fesi 2016/17).
– 4,76 anni, il ritmo di sostituzione del 100% del parco sci dei noleggi

Bastoni

– 473.000 paia di bastoni presenti nel sistema noleggio italiano, 550 paia bastoni in media nei noleggi italiani.

Scarponi

– 321.440 paia di scarponi presenti nel sistema noleggio italiano, 373 le paia medie presenti nelle strutture.
– 20% il tasso di sostituzione medio annuo del parco scarponi.
– 64.000 paia di scarponi venduti ai noleggi italiani ogni anno pari al 31% delle vendite di scarponi totali (205.000 paia scarponi venduti nel 2017/18, stima + 10% su dati Fesi 2016/17).
– 5 anni, il ritmo di sostituzione del 100% del parco scarponi dei noleggi.

Snowboard

– 44.000 tavole presenti nel sistema noleggio italiano, 51 tavole in media nei noleggi italiani. Il turnover: 3 anni/tavole, 2 anni /scarponi (Burton).

Sci di fondo

– 19.800 paia presenti nel sistema noleggio italiano, 23 paia in media nelle strutture.

Sci alpinismo

– 10.300 paia presenti nel sistema noleggio italiano, 12 paia in media nelle strutture.

Riproduzione dei dati consentita citando la fonte “Prowinter Lab®/2019”

Prowinter 2018, la manifestazione B2B dedicata al business degli sport di montagna, ph Marco Parisi
Prowinter 2018, la manifestazione B2B dedicata al business degli sport di montagna, ph Marco Parisi

Potrebbero interessarti anche

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati – via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) – P.IVA 05019050961 – info@altracom.eu

Made by

Pin It on Pinterest

Ti piace?

Condividilo con i tuoi amici!

Ti piace sciare e sei curioso di provare sempre nuovi prodotti?
Questo annuncio è per te!

Per il suo programma di indagini qualitative segrete presso una delle catene di noleggio sci più prestigiose in Italia, Outdoortest ricerca sciatrici/sciatori di ogni livello (anche principianti), purché motivati, precisi e… discreti, cui affidare il compito di svolgere un’esperienza di noleggio sci presso uno o più centri del marchio, realizzando un report di valutazione finale.

Scopri come partecipare qui