outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST

Sicurezza in montagna, i consigli del Soccorso alpino Valdostano

Un vademecum per tutti gli amanti dell'escursionismo in montagna

Le Guide alpine e il Soccorso alpino nazionale lo dicono da tempo e in tutte le lingue: la sicurezza in montagna non è concetto da prendersi sotto gamba, ma neanche in termini assoluti perché in ambiente non è possibile eliminare tutti i pericoli. E tuttavia questo non significa certo che non si possa e non si debba avere un comportamento prudentemente adeguato, che ci metta al riparo da errori e da rischi inutili. Il tema della sicurezza in montagna è caro a tutti coloro che hanno messo l’alta quota al centro della loro attività: in particolare un’azienda come Montura, che è sponsor del Soccorso alpino Nazionale, sostiene e supporta molte iniziative volte a divulgare il tema della prevenzione degli incidenti e della cultura del territorio tramite i professionisti del settore.

Abbiamo parlato di sicurezza in montagna, in particolare “sul sentiero” quindi di escursionismo, con Paolo Comune, Guida alpina e direttore del Soccorso Alpino Valdostano, che ci ha fornito un ottimo vademecum: un elenco di buone pratiche da seguire prima, durante l’escursione e in caso di incidente.

 

PRIMA DI PARTIRE:
  • Consulta le previsioni meteorologiche a scala locale per pianificare l’itinerario in base alle tue condizioni psicofisiche ed alle tue capacità tecniche; informati sulle condizioni dell’itinerario e scegli l’itinerario più adatto alle tue reali possibilità; adatta il percorso alla stagione (ore di luce) e tieni presente che anche durante la stagione estiva le zone site in alta quota potrebbero essere interessate dalla presenza della neve, rendendone difficile l’attraversamento.
  • Procurati la carta dei sentieri e accertati di saperla leggere.
  • Porta attrezzatura adatta al percorso, un kit di pronto soccorso ed eventualmente un GPS; prevedi bevande e viveri, evita il superfluo; prediligi un abbigliamento “a strati” per poter aumentare o ridurre la temperatura del corpo a seconda delle circostanze.
  • Non partire da solo; informa sempre qualcuno (famigliari, amici) del tuo itinerario.
  • Non dimenticare un telefono cellulare con batterie cariche.

 

DURANTE L’ESCURSIONE:
  • Considera l’evoluzione del meteo.
  • Valuta con obiettività le tue condizioni fisiche e quelle dei tuoi compagni; la velocità di salita o di discesa è quella della persona più debole del gruppo.
  • Controlla frequentemente la tua posizione e i tempi di percorrenza in funzione della meteo, delle condizioni dell’itinerario, della fatica e dell’equipaggiamento e dei materiali che hai con te.
  • Fai delle pause.
  • Valuta possibili alternative all’itinerario e le condizioni per un rientro in sicurezza.
  • Lascia una traccia del tuo passaggio sui libri dei rifugi e dei bivacchi.
  • Mantieni sempre un atteggiamento di rispetto nei confronti della montagna e degli altri frequentatori.
  • Non accendere fuochi all’interno o nelle vicinanze dei boschi.
  • Non lasciare traccia del tuo passaggio; non abbandonare dei rifiuti.
  • Rispetta la flora e la fauna selvatica.
  • Se hai un cane che ti accompagna, tienilo al guinzaglio.

 

Soccorso alpino Nazionale – Foto Montura
IN CASO DI EMERGENZA:

Nonostante tutte le precauzioni, un incidente può comunque capitare. Nel caso mettiti in sicurezza e al riparo e chiama i soccorsi al numero 112. Per la richiesta di soccorso in montagna preparati a rispondere a qualche domanda:

  • Di cosa si tratta? (caduta, malore)
  • Dove? (coordinate, altitudine, nome locale)
  • Quando? (…può essere trascorso del tempo…)
  • Numero delle persone coinvolte?
  • Condizioni meteorologiche (altezza delle nuvole, visibilità, vento, precipitazioni)
  • Possibilità atterraggio elicottero?
  • Come è possibile ricontattarti (n. di telefono)?

Segui le indicazioni dell’Operatore della Centrale Unica del Soccorso.

 

IN CASO DI RICHIESTA D’AIUTO AL SOCCORSO ALPINO:
  • Il numero telefonico di emergenza: è il 112
  • Se non riesci a chiamare i soccorsi cerca di raggiungere un punto di soccorso e mettiti in sicurezza e al riparo, attiva i segnali ottici e/o acustici
  • Impara la chiamata di soccorso ottico-acustica: 1 segnale ogni 10 secondi per 1 minuto ad intervalli di 1 minuto
  • Ricorda i segnali per l’elicottero di soccorso: in piedi con le braccia alzate = vuol dire SI, serve soccorso. Invece in piedi con un braccio alzato e uno abbassato = vuol dire NO, non serve soccorso.

 

 

Foto Sicurezza in montagna e sul sentiero – Credits Toomas Tartes on Unsplash

AZIENDE

Potrebbero interessarti anche

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati – via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) – P.IVA 05019050961 – info@altracom.eu

Made by

Pin It on Pinterest

Ti piace?

Condividilo con i tuoi amici!

Ti piace sciare e sei curioso di provare sempre nuovi prodotti?
Questo annuncio è per te!

Per il suo programma di indagini qualitative segrete presso una delle catene di noleggio sci più prestigiose in Italia, Outdoortest ricerca sciatrici/sciatori di ogni livello (anche principianti), purché motivati, precisi e… discreti, cui affidare il compito di svolgere un’esperienza di noleggio sci presso uno o più centri del marchio, realizzando un report di valutazione finale.

Scopri come partecipare qui