outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST

Zaino porta bambino da montagna, quando sì e quando no

Quali attività sono consigliate e cosa è bene evitare per la salute del bambino

Se amate la montagna e avete figli piccoli o piccolissimi vi sarete probabilmente posti più volte la questione: quando e come posso usare lo zaino porta bambino da montagna? Quali caratteristiche deve avere? Quali gite sono consigliate e quali invece da evitare? Come sull’argomento gravidanza e alta quota, recentemente affrontato su Outdoortest, anche in questo caso ci troviamo di fronte a un tema su cui non c’è abbastanza chiarezza. Ecco perché ne abbiamo parlato con un professionista, il dottor Donato Vinante, che oltre ad essere pediatra presso l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitaria di Trento, è istruttore IRC (Italian Resuscitation Council) di PBLS-D (Pediatric Basic Life Support-Defibrillation) e animatore dell’aggiornamento pediatrico. Inoltre è lui stesso alpinista con una lunga esperienza sulle montagne di tutto il mondo: dalla Marmolada agli Ottomila, dall’Eiger alle pareti di Yosemite, dalle vette della Mongolia alla Papua Nuova Guinea.

 

Innanzitutto, da che età possiamo iniziare ad usare uno zaino porta bambino da montagna?
I bambini non si possono portare nello zainetto almeno fino all’età di 7-8 mesi, quando il tono del collo, del tronco, la stabilità nella stazione seduta non siano raggiunti. Il bambino non è un sacco di patate che si deforma in posizioni innaturali per essere trasportato. Nei bambini molto piccoli sono molto meglio i foulard tradizionali delle popolazioni africane e sudamericane che mantengono il lattante a contatto e adeso al corpo materno, sulla schiena per lavorare o sull’addome per le passeggiate.

Una volta raggiunta la giusta età, che caratteristiche deve lo zaino porta bambino da montagna?
Non tutti gli zainetti del commercio sono uguali e inoltre spesso più sono comodi da portare per l’adulto, più invece sono scomodi per il bambino. Le caratteristiche devono essere:

  • Un imbrago adatto che fissi bene il bambino al dispositivo impedendo/riducendo le oscillazioni del tronco e della testa
  • Deve avere un sostegno comodo per il bacino con uno spazio largo per l’uscita delle gambe in abduzione
  • Possibilmente deve prevedere un sostegno per appoggiare il bambino a terra senza che si rovesci

Possiamo fare qualsiasi tipo di escursione con lo zaino porta bambino?
Non tutte le escursioni sono adatte ad un bambino nello zainetto. Per esempio una gita che preveda molte ore di trasporto non va bene: il piccolo difficilmente riuscirà a dormire e incomincerà a lamentarsi ed a piangere. Eventualmente è bene prevedere delle pause congrue per alimentarlo e fargli cambiare posizione.

Cosa mi dice delle gite con gli sci?
Gli sci sono assolutamente proibiti: una caduta potrebbe causare lo schiacciamento del bambino che oltretutto è esposto a traumi ad alta energia che possono anche essere causati da eventuali investitori. Per gli appassionati dello sci da fondo ci sono delle slitte adatte, ma anche in quel caso è opportuno mettere lo stesso il caschetto al bambino.

E di ferrate o sentieri attrezzati?
Ferrate o sentieri pericolosi sono sconsigliati sia per i pericoli oggettivi (come la caduta di sassi o il pericolo di prendere un fulmine), sia per quelli soggettivi: pensiamo a uno spostamento del bambino nello zainetto che può fare perdere l’equilibrio ed inciampare l’adulto.

In generale cosa pensa delle gite in montagna con lo zaino porta bambino?
Gite in montagna lungo mulattiere, con l’attrezzatura adatta e che prevedano le giuste pause sono salutari per tutta la famiglia ed educano alla vita all’aria aperta e al movimento, comportamenti sicuramente da incentivare. Questo almeno in base alla mia esperienza come medico pediatra, come alpinista ed anche come genitore utilizzatore di zaini porta bambino che talvolta si è trovato ad affrontare anche qualche esperienza negativa (mi è capitato di dover portare mia figlia in braccio perché stava male nel dispositivo ).

 

 

Foto by Jens Johnsson on Unsplash

 


Potrebbero interessarti anche

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati – via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) – P.IVA 05019050961 – info@altracom.eu

Made by

Pin It on Pinterest

Ti piace?

Condividilo con i tuoi amici!