Prowinter 2018, il mondo del noleggio guarda al futuro

Alla Fiera di Bolzano un tavolo di confronto tra gli attori del mondo rental

noleggio noleggio di qualità noleggio sci Prowinter Prowinter 2018 sci

A meno di 3 mesi dall’inizio di Prowinter 2018, cresce l’attesa e l’interesse intorno al mondo del noleggio a cui la fiera B2B per il business degli sport di montagna ha dedicato nell’ultimo anno molte energie. Il noleggio sarà infatti tra i grandi protagonisti alla prossima edizione che si terrà dal 10 al 12 aprile a Bolzano, dove noleggiatori, produttori ed esperti intavoleranno un dialogo sul futuro del loro settore.

Che il noleggio stia cambiando e segua un trend di forte crescita l’abbiamo già detto. I numeri ci dicono che in Italia il 60% degli appassionati di sci noleggia l’attrezzatura (contro il 25% di soli 5 anni fa), mentre in Francia la percentuale sale addirittura all’80% e così anche nei paesi di lingua tedesca. Ma le cifre da sole non bastano a inquadrare un mercato, né ad individuare ciò che va bene e ciò che va male, tanto più che fino ad oggi al noleggio non è stata forse dedicata sufficiente attenzione.

Prowinter 2018 vuole invece aprire il discorso, chiamando a dialogare tutti gli attori che giocano una parte su questo palcoscenico.

“Prowinter vuole essere la più importante piattaforma in Europa per tutto ciò che riguarda il settore noleggio – ci spiega infatti Geraldine Coccagna, Exhibition Manager di Prowinter -, a cui attualmente nessun’altra fiera B2B in Europa dedica spazio. Il noleggiatore è il nostro visitatore, e viene in fiera principalmente per due motivi: da un lato incontrare i partner fornitori e vedere quali sono le novità di prodotto e di servizio sul mercato; dall’altro conoscere i contenuti proposti dalla Fiera. Per cui tra le priorità di Prowinter 2018 c’è proprio quella di fare incontrare i noleggiatori, creare un dialogo fra di loro e tra loro e i fornitori che producono l’attrezzo sportivo. Mettere in sostanza tutti gli attori del mondo del noleggio ad un tavolo e farli dialogare sul futuro. La nostra posizione è neutrale, come non ce ne sono altre, per questo troviamo sia importante organizzare un incontro simile”.

A Prowinter si parla del futuro del noleggio (Foto Marco Parisi)

A Prowinter si parla del futuro del noleggio (Foto Marco Parisi)

Convinto della bontà dell’iniziativa è anche Kurt Ladstätter di Rent and Go, l’azienda fondata nel 1996 che conta oggi 70 noleggi sci. “È un’idea molto positiva – ci ha detto -, penso sia necessario che l’industria dialoghi con gli operatori del settore noleggio. Siamo partner e non concorrenti delle aziende, per questo dobbiamo collaborare. E per lavorare insieme è necessario maggiore dialogo, sulle esigenze del noleggio moderno, sulle potenzialità dell’industria, sulle soluzioni a prodotti sempre più adeguati e anche per trovare delle formule per il ricambio dei materiali. Quest’ultimo è un punto cruciale per un noleggio professionale, che dovrebbe cambiare più spesso il proprio parco prodotti, andando così incontro anche esigenze delle aziende che vendono meno rispetto al passato”.

Il dialogo è importante anche per Matteo Bertolino di Skiset (400 stazioni sciistiche tra Francia, Svizzera, Italia, Austria, Spagna Stati-Uniti e Canada), che auspica una comunicazione indirizzata anche al consumatore finale: un tassello fondamentale affinché gli sforzi di miglioramento sostenuti dai noleggiatori più innovativi, trovino visibilità e diano risultati.

“Il noleggio di qualità comprende diverse componenti – ci ha spiegato Bertolino -: non solo buoni prodotti e bei negozi, ma anche un servizio al cliente e gestione del personale. Quello che la gente pensa oggi del mondo noleggio è spesso distante dalla realtà. Si pensa sempre al noleggio come una soluzione economica che offre prodotti di scarso livello, il che vuol dire che il cliente finale non arriva a conoscere la grande varietà di proposta che un noleggio di sci offre al giorno d’oggi. Negli ultimi anni infatti, il mondo del noleggio si è evoluto tanto, anche se gran parte del pubblico ancora non se n’è accorto. Quindi l’azione di Prowinter sarà tanto più utile quanto più riuscirà a raggiungere anche i consumatori finali. È importante per esempio che i noleggi vengano valutati, qualificati. Che si faccia distinzione cioè fra chi investe e tenta di migliorarsi e chi non lo fa, con la speranza comunque che tutti tentino di adeguarsi a standard di qualità perché chi non si aggiorna, chi non investe danneggia l’immagine di tutta la categoria.”

Il discorso naturalmente è ampio e non si può esaurire in poche righe. Nei prossimi giorni torneremo allora sull’argomento, sentendo l’opinione anche di altre catene del noleggio: da Sport Alliance, partner ufficiale italiano di Sport 2000 Rental, a Decathlon Skimium, che ci darà il punto di vista della grande distribuzione.

 

 

 

NEWS

Postato il Categorie FiereTag , , , , ,


Outdoortest.it è una guida all'acquisto di attrezzatura sportiva per l'outdoor che nasce dall'esperienza di professionisti del mondo dello sport.

Iscriviti alla nostra newsletter


Hai un negozio?

Seguici su

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati - via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) - P.IVA 05019050961 - info@altracom.eu - Note Legali - Privacy Policy

Aiutaci a migliorare Outdoortest

La tua opinione conta.

Ti chiediamo di aiutarci a migliorare il nostro sito e i suoi contenuti,
rispondendo a qualche semplice domanda. 

VAI ALLE DOMANDE

Pin It on Pinterest

Share This