outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST

Alpin Arena Senales, paradiso invernale

Viaggio in Alto Adige tra neve, ghiacciai e natura incontaminata

A pochi chilometri da Merano, lateralmente alla Val Venosta, si estende la Val Senales, uno dei luoghi più pittoreschi dell’Alto Adige. Nota per essere stata il luogo di ritrovamento di Iceman Ötzi nel 1991, questa piccola valle di 1.200 abitanti racchiude un’ampia varietà di paesaggi: dai meleti in fiore ai lati delle piste ciclabili ai paesaggi boschivi e montani che circondano i sentieri escursionistici del Parco Naturale del Gruppo di Tessa ed ai maestosi ghiacciai che incorniciano l’intera vallata.

Tra questi, in fondo alla valle al confine con l’Austria, su oltre 185 ettari di superficie si estende l’imponente ghiacciaio di Giogo Alto (Hochjochferner), polo turistico della zona, che tutti gli anni da settembre a maggio, con l’apertura della Alpin Arena Senales, si trasforma in un paradiso innevato per tutti gli appassionati di sport invernali. Inaugurata nei primi anni Settanta su iniziativa del giovane contadino ed imprenditore senalese Leo Gurschler, oggi l’area sciistica del ghiacciaio è un ambito punto d’incontro per sportivi amatoriali, sci club internazionali e stelle dello sci di tutto il mondo.

Anche in quest’anno particolare la Alpin Arena Senales continua la propria attività nel pieno rispetto delle misure di sicurezza previste e con alcune belle novità.

Sciare da settembre fino in tarda primavera? In Val Senales si può!

Quando l’autunno fa capolino, la Alpin Arena Senales si prepara ad accogliere sciatori, fondisti, freestyler, snowboarder e slittatori amatoriali e professionisti, che possono godersi le piste innevate fino a maggio.

A dare il benvenuto agli amanti dello sci 97 ettari di piste a diverse altitudini (da 2.000 m a 3.200 m) con vari gradi di difficoltà: da quelle più semplici, come la Finail e la Glocken, a circuiti più impegnativi, come la pista Teufelsegg. Ad arricchire la scelta di percorsi sciistici la nuova pista Lazaun, progettata da professionisti e certificata per gare FIS, con una discesa a dir poco adrenalinica.

Vicino alla sciovia Glocken, il parco per bambini Kinderland offre intrattenimento per le famiglie. Inoltre, con il biglietto speciale Snowkids, i bambini fino ai 10 anni di età possono divertirsi sulle piste in compagnia di un adulto a soli 3 euro. Chi invece è alle prime armi o desidera migliorare le proprie competenze sciistiche, potrà trascorrere qualche ora in pista in compagnia dei maestri della Scuola di Sci della Val Senales.

In pista insieme ai campioni

Grazie alle ottime condizioni di neve e piste ed all’apertura prolungata, la Alpin Arena Senales è ormai da decenni un ambito centro di preparazione per giovani talenti e noti campioni di sci internazionali nonché sede di allenamento ufficiale per le squadre della FISI e della Federazione Sciistica Austriaca (ÖSV), che sfrecciano in pista a pochi metri dagli sciatori amatoriali.

Anche quest’anno numerosi atleti da tutto il mondo si sono allenati qui in vista della stagione agonistica: tra questi anche gli Azzurri con Dominik Paris che, dopo essersi infortunato il ginocchio lo scorso inverno, in autunno ha ripreso i propri allenamenti in Val Senales, e le atlete della squadra di sci italiana femminile con Federica Brignone.

Non solo sci

Oltre allo sci la suggestiva valle altoatesina offre la possibilità di dedicarsi ad altre attività invernali all’aria aperta, circondati da paesaggi fiabeschi. Slitta, sci di fondo o ciaspolate ed escursioni sulla neve… e per finire in bellezza un po’ di relax nei confortevoli alberghi del posto!

Nonostante il turismo, nel corso degli anni la Val Senales – che si estende da Castel Juval, l’abitazione di Reinhold Messner, fino al ghiacciaio Giogo Alto al confine con l’Austria – è rimasta sorprendentemente incontaminata, il che la rende anche una location molto apprezzata da molte produzioni cinematografiche.

Qui, tra masi storici e sentieri innevati incastonati nella natura intatta e silenziosa, fare sport in inverno è un vero toccasana per il corpo e per la mente.

L’hotel sul ghiaccio più in alta quota d’Europa

Legati alle tradizioni e affascinati dall’innovazione: i senalesi e la loro valle sono così. Chiaro esempio di questo connubio il Glacier Hotel Grawand, l’hotel su ghiaccio più in alta quota d’Europa, costruito a ben 3.212 metri di altitudine sul ghiacciaio della Val Senales. Nel cuore delle imponenti Alpi Venoste, ogni anno il albergo ad alta quota attira ospiti da ogni parte del mondo.

Oltre agli atleti che soggiornano da noi durante i loro allenamenti in Val Senales, tra i nostri ospiti abbiamo anche vacanzieri entusiasti di pernottare ad una simile altitudine e di godersi indisturbati, prima dell’apertura al pubblico, le piste innevate della Alpin Arena Senales”, racconta Dario Piazzi, direttore dell’albergo.

Da non perdere in estate invece, nei pressi dell’albergo, “Our Glacial Perspectives”, la nuova installazione dell’artista danese-islandese Olafur Eliasson, che su un percorso di oltre 400 m riflette su prospettive planetarie e glaciali, e la Iceman Ötzi Peak, piattaforma panoramica di recente costruzione a 3.251 m, che regala prospettive mozzafiato sulle vette montane tutt’intorno.

Sicurezza sulle piste

Quest’anno anche la Val Senales ha dovuto fare i conti con una stagione un po’ diversa dal solito. Nonostante ciò, la Alpin Arena Senales ha aperto i battenti a metà settembre come di consueto, consentendo ai propri ospiti di godersi le piste anche in autunno.

L’apertura anticipata ci ha permesso di constatare che è possibile rispettare le norme di sicurezza in un comprensorio sciistico e di mettere a punto misure efficienti per contrastare i contagi da Coronavirus. Anche grazie a tali accorgimenti la nazionale sciistica austriaca e la squadra italiana femminile quest’anno hanno deciso di allenarsi in Val Senales in vista della Coppa del Mondo”, afferma Stefan Hütter, responsabile Marketing e Vendita della Alpin Arena Senales. “Dopo un po’ di pratica questa situazione anomala diventa normale e consente di dedicarsi serenamente agli sport invernali all’aperto, beneficiando dell’aria fresca di montagna e di un po’ di sano movimento”, conclude Hütter.

LUOGO

Potrebbero interessarti anche

Potrebbero interessarti questi prodotti

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati - via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) - P.IVA 05019050961 - info@altracom.eu - Outdoortest.it è una testata giornalistica registrata con Aut.Trib.di Milano n. 127/2020. Direttore Responsabile: Alfredo Tradati

Made by

Pin It on Pinterest