outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST

Identikit della suola da alpinismo: i consigli di Hervé Barmasse

Le valutazioni da fare quando si sceglie la scarpa per vivere la montagna

Alpinista professionista, atleta, ambassador Vibram, appassionato di montagna, Hervè Barmasse, in questa intervista, ci spiega quali sono le valutazioni da fare quando si sceglie la scarpa con la giusta suola da alpinismo, per chi inizia e per chi si considera esperto.

G. Murailles Herv+® Barmasse in allenamento -® foto Damiano Levati

Per scegliere la suola giusta, cosa deve valutare chi inizia a “salire”, a fare alpinismo?

“Secondo me quando ci si alza di quota e si sale entro i 3000 metri (e si parla già di ascese importanti) nella valutazione della scelta della scarpa con la suola giusta bisogna tenere bene a mente che il terreno in montagna cambia di continuo: possiamo partire da una strada sterrata, per poi passare a un sentiero, sino ad arrivare a terreni più scoscesi, ripidi, fatti non solo di terra ma anche di rocce, sassoni, ghiaioni, rocce lisce e scivolose. La suola, in queste circostanze, deve comportarsi bene in ogni situazione: sulle radici bagnate e scivolose, sui terreni, sui sentieri. Fondamentale è avere una suola che garantisca il giusto grip, che abbia un battistrada importante e che nello stesso tempo assicuri giusta tenuta e resistenza all’usura. Il mio consiglio rimane quello di scegliere prodotti che uniscano le leggerezza a tutte queste peculiarità. In base alla mia esperienza mi sento di consigliare la suola Vibram con tecnologia Litebase, che uso da anni per il trekking, l’alpinismo, l’avvicinamento, applicata a scarpe studiate in un certo modo. Come dicevo la leggerezza è un aspetto da non sottovalutare. Quando noi camminiamo facciamo fatica e alleggerire scarpa è molto importante, se pensiamo che 100 grammi sul piede sono come avere 2 o 3 kg in più nello zaino. Vibram con questa tecnologia ha apportato una grande innovazione e consente di percorrere grandi distanze faticando meno e arrivare anche a 3000 metri.

Per chi è un neofita e si sta avvicinando da poco alla montagna, possiamo consigliare scarpe più leggere rispetto a quelle tradizionali da trekking chiamate da trail running, oppure se è proprio alle prime armi consiglio suole con tecnologia Mediagrip che dà più stabilità e sicurezza anche sui terreni scivolosi.”

G. Murailles Herv+® Barmasse in allenamento -® foto Damiano Levati

L’importanza della scarpa giusta: quote, terreni, clima

“Ogni attività in montagna ha una specifica scarpa, studiata e realizzata per garantire comfort, prestazioni elevate e sicurezza anche in base al clima e alla stagione.

Esistono poi prodotti performanti, che possiamo chiamare “quattro stagioni”, che possono soddisfare esigenze ad ampio raggio. Il rischio è però che siano meno “affidabili” nella specifica attività, se il livello dell’utilizzatore si alza o se cambia l’ambiente nel quale ci si trova. Come dicevamo in montagna il terreno varia di continuo. Molti appassionati di montagna hanno infatti scarpe specifiche per ogni situazione: per la salita, per la discesa, per l’avvicinamento. Ovviamente se ci si affida a una calzatura “ad ampio spettro” sarà il connubio costruzione della tomaia/suola a far si che la scarpa riesca a lavorare bene in ogni situazione: qualità di suola e tomaia vanno di pari passo.

Oltre all’attrezzatura in montagna è necessaria la giusta dose di prudenza. Ci vuole più coraggio a essere prudenti che ad andare sù in cima: in concetto di rinuncia è molto importante per chi si avvicina alla montagna ma anche per gli esperti. La prudenza è importante così come la picozza, la suola, il rampone, la scarpa, soprattutto oggi che la tecnologia ha spostato in là i limiti. Questo ovviamente non vuole dire partire per un’ascesa con il terrore.”

G. Murailles Herv+® Barmasse in allenamento -® foto Damiano Levati 1

Cura e manutenzione

“Perchè una buona suola e una buona calzatura si mantengano nel tempo è necessario che vengano trattate con cura. Sconsiglio di farle asciugare sotto o vicino a una fonte di calore troppo forte e diretta, come per esempio una stufa, e di ricordarsi di allontanarle dal calore una volta che si sono asciugate.”

Cervino. Herv+® Barmasse durante l’apertura della via nuova in solitaria sul Cervino 2011 – Foto Damiano Levati

 

Esempi di calzature Scarpa con suola da alpinismo Vibram studiate per l’alpinismo in quota:
PHANTOM TECH di Scarpa
RIBELLE S HD di Scarpa
RIBELLE TECH HD di Scarpa

 

Schede tecnica del prodotto Scarpa Phantom Tech Scarpone Per L’alpinismo In Quota 2020

HERVÉ BARMASSE

“Nato e cresciuto ai piedi del Cervino, in una famiglia in cui il mestiere di guida alpina si tramanda da diverse generazioni, sembrava che non avessi altra scelta se non quella di diventare anch’io un alpinista. In realtà tutto avvenne un po’ per caso e in modo graduale. A quindici anni ero una promessa dello sci poi un brutto incidente durante una competizione interruppe irrimediabilmente il mio futuro da professionista. Dopo un anno di riabilitazione, mio padre, decise di farmi un regalo: accompagnarmi sul Cervino. E così all’alba gelida di una mattina di ottobre eccomi pronto a scalare per la prima volta la Gran Becca. Allora non potevo immaginare che, attraverso la montagna, avrei vissuto alcuni dei momenti più importanti della mia vita. Quel giorno pensavo solo a camminare, a non inciampare e a non rallentare il passo di mio padre. Quel giorno sul Cervino, inconsapevolmente, avevo deciso quale sarebbe stato il mio futuro.”

Hervé Bermasse in breve

Alpinista professionista
Atleta del global team The North face
Storyteller – Conferenze alpinistiche e motivazionali
Outdoor coaching and motivational day
Guida alpina
Istruttore delle guide alpine
Tecnico del soccorso alpino
Maestro di sci e di snowboard
Allenatore federale di sci alpino
Regista dei film Linea Continua e Non così Lontano
Autore del libro La montagna dentro edito da Laterza
Consulente aziendale nel settore outdoor
Fotografo – Pubblicazioni per le principali riviste di montagna tra cui Alpinist, Desnivel, Meridiani Montagne, Alpin, Alp, Campo Base, Gory.

AZIENDE

Potrebbero interessarti anche

Potrebbero interessarti questi prodotti

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati – via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) – P.IVA 05019050961 – info@altracom.eu

Made by

Pin It on Pinterest

Ti piace?

Condividilo con i tuoi amici!

Ti piace sciare e sei curioso di provare sempre nuovi prodotti?
Questo annuncio è per te!

Per il suo programma di indagini qualitative segrete presso una delle catene di noleggio sci più prestigiose in Italia, Outdoortest ricerca sciatrici/sciatori di ogni livello (anche principianti), purché motivati, precisi e… discreti, cui affidare il compito di svolgere un’esperienza di noleggio sci presso uno o più centri del marchio, realizzando un report di valutazione finale.

Scopri come partecipare qui