outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST

L’arrampicata sportiva inizia a Tokyo 2020, ma per Parigi 2024 si sogna in grande

Dopo il successo dell’inserimento dell’arrampicata sportiva alle Olimpiadi di Tokyo 2020 si guarda verso Parigi 2024 nel cercare una formula più climber-friendly

L’arrampicata sportiva ai giochi olimpici di Parigi 2024

Nel pomeriggio del 25 giugno 2019, la proposta di Parigi 2024 di includere surf, skateboard, break dance e arrampicata sportiva durante le Olimpiadi estive, è stata approvata. I quattro sport entreranno ora in un periodo di osservazione, con la decisione finale durante l’incontro del Comitato Esecutivo del CIO nel dicembre 2020.

L’IFSC è stato rappresentato dal presidente dell’IFSC, Marco Maria Scolaris; Il segretario generale dell’IFSC, Debra Gawrych e il rappresentante dell’atleta, Petra Klinger.

Parigi è dove sono riuscito a realizzare un sogno

Klinger ha presentato il nuovo format delle gare di arrampicata sportiva proposto per i Giochi olimpici estivi di Parigi 2024. 

La competizione si svolgerà su una gara di arrampicata che combina bouldering e lead, al quale parteciperanno 40 atleti, e da un’altra gara separata di speed dove parteciperanno 32 atleti. 

Questo rappresenta un significativo aumento del numero totale di atleti, che saranno 72, così come il numero delle medaglie totali disponibili, dodici tra uomini e donne, contro i 40 atleti e 6 medaglie di Tokyo 2020.

Sulla sua esperienza nella partecipazione al progetto di inclusione dell’arrampicata sportiva alle Olimpiadi di Parigi 2024, Klinger ha dichiarato: “È un onore essere a Losanna condividere il mio amore e la mia passione per l’arrampicata con il CIO. La mia speranza è quella di poter vedere il mio sport crescere in un vero spirito olimpico, con la partecipazione a Parigi 2024, una città in cui l’arrampicata ha una lunga storia. Parigi è dove ho potuto realizzare un sogno e spero che nel 2024 altri atleti possano vivere un momento così unico, indimenticabile e che cambia la vita proprio come ha fatto con me. Un momento con le lacrime agli occhi, il più grande sorriso in faccia e la gratitudine nel cuore.”

Accessibile, orientato ai giovani, creativo e spettacolare

L’obiettivo del Comitato Organizzatore di Parigi 2024 per i loro Giochi Olimpici era di mettere in scena sport accessibili, orientati ai giovani, che fossero creativi e spettacolari. I quattro sport scelti per la proposta sono stati selezionati tra 19 possibili sport presentati dalle rispettive federazioni.

Con questa inclusione provvisoria in una prossima edizione dei Giochi olimpici estivi, l’attesa per Tokyo 2020 aumenta.  Il successo che avrà questo sport durante Tokyo 2020 andrà ad influire sulla decisione finale di Parigi 2024.

Afferma Scolaris sulla decisione del CIO. “Un’altro passo nella nostra scalata! L’IFSC è orgogliosa di far parte della proposta di Parigi 2024. Questa inclusione provvisoria è il risultato di un lavoro collettivo che, nel corso dei mesi, ha dato continuità all’operazione iniziale, che ha portato il nostro sport a Tokyo. Insieme agli sport già confermati, questi quattro nuovi sport proposti offriranno al mondo il miglior programma possibile per i Giochi Olimpici. Pertanto, dobbiamo lavorare più duramente che mai per organizzare un evento indimenticabile a Tokyo 2020, per garantire la nostra posizione per Parigi 2024! “.


Potrebbero interessarti anche

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati – via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) – P.IVA 05019050961 – info@altracom.eu

Pin It on Pinterest

Ti piace?

Condividilo con i tuoi amici!