outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST
Arva Airbag Reactor 24
Arva Airbag Reactor 24
Arva Airbag Reactor 24
Arva Airbag Reactor 24
Arva Airbag Reactor 24 back system
Arva Airbag Reactor 24 back system

Arva Airbag Reactor 24l, zaino da freeride 2019

Zaino da freeride con sistema REACTOR

Sintesi

Leggero e confortevole, perfetto compagno per le giornate di puro freeride e per lo sci alpinismo. Il suo peso contenuto e la sapiente partizione degli spazi lo rendono estremamente versatile, inoltre offre la garanzia del sistema airbag REACTOR, sicuro e affidabile in caso di incidente.

Letizia

Testato da:

Letizia Ortalli

il 01/12/2018

88/100

Risultati

Accesso
Accessori portamateriale
Comfort
Impermeabilità
Materiali
Peso
Stabilità
Spazi interni
Voto totale 88
Dati test
Data inizio : 01/12/2018 Data fine : 15/12/2018
Campo test : Percorsi di fuoripista
Condizioni neve : Fresca e crostosa
Meteo : Giornate di neve e giornate di sole Temperatura aria : -15°/-8°
Scopri di più sulle nostre recensioni

Scheda tecnica

Volume
24l
Peso (gr)
2.080
Accessi
Frontali
Fascia lombare
Ergonomica con tasca chiusa da zip
Sistemi di aggancio materiali
Sci diagonali, Snowboard centrale e picozze
Regolazioni (dorsale, lombare)
schienale Comfort foam
Sistemi di aggancio materiali
Pannello rinforzato a protezione dello zaino

Le nostre valutazioni

Lo zaino airbag Arva Reactor 24, si presenta come un semplice zaino da freeride e sci alpinismo, le sue linee sono pulite, i colori neutri ed accostati elegantemente.

In realtà ci rendiamo subito conto che così semplice non è, infatti dispone di un sistema airbag chiamato REACTOR system brevettato dall’azienda francese Arva equipment.

Questo sistema è ad attivazione meccanica tramite maniglia esterna posta sullo spallaccio, una volta ricevuto l’ impulso, i palloni dell’airbag si gonfiano, facendo aumentare il volume dello sciatore e quindi le possibilità di galleggiamento in valanga.

Vediamo nello specifico le componenti del REACTOR system:

una bombola contenente Argon che può essere in acciaio o carbonio (rispettivamente 490g o 310g), questa va acquistata assieme allo zaino e deve essere rigorosamente originale Arva e certificata IATA, questo vi permetterà di viaggiare in USA e Giappone senza problemi. Una volta utilizzata, va cambiata.

Una valvola venturi, o sistema inflating power, che permette di riempire l’airbag anche in presenza di una contropressione esterna.

Queste due parti sono alloggiate nel meccanismo di attivazione, un cilindro rosso dove avviene l’attivazione del dispositivo che è collegato al cavo di innesco ed ai tubi che portano l’aria ai due airbag indipendenti.

Queste parti si trovano nella tasca principale dello zaino, posizionati al centro e coperti da una tasca chiusa da zip dove è consigliato non riporre altro materiale.

Tutto attorno al bordo dello schienale, riposto internamente in uno spazio apposito, vi è l’ airbag vero e proprio, una sacca con un volume di 150l, in tessuto ultra-leggero e resistente. Dispone di camere d’aria doppie e indipendenti e di una membrana interna che permette lo spostamento dell’aria in modo da assorbire eventuali colpi. Ha una forma ergonomica con una zona a protezione della testa e di quattro aperture lungo i lati dello schienale che permettono l’adduzione di una maggiore quantità di aria.

Ultima parte, ma non per importanza, la maniglia di attivazione del REACTOR system. E’ posizionata sullo spallaccio sinistro, ma entrambi gli spallacci hanno la possibilità di alloggiamento. E’ rotante e costituita da due leve rosse ben visibili che si possono aprire o chiudere con estrema facilità, in viaggio posso inserire la maniglia in posizione di chiusura nel sacchetto in dotazione.

Tutte queste componenti hanno lo scopo di far funzionare il sistema airbag che, una volta fatto scoppiare, va riattivato con le istruzioni che trovate QUI.

Il REACTOR system nel suo complesso si presenta come estremamente compatto, e leggero, il più leggero tra i sistemi doppi, e grazie alla sua costruzione offre una stabilità migliore indossato. Il modello che abbiamo testato è l’airbag Reactor 24l ed il suo peso complessivo è di 2.1 kg.

Per quanto riguarda lo zaino vero e proprio, si presenta come molto compatto e ben organizzato, ha un litraggio di 24l e dispone di quattro tasche chiude da zip.

La prima sulla patella frontale, piatta e lunga 15cm, dove è possibile riporre il portafoglio un piccolo cambio o qualche snack.

La seconda tasca è ampia quasi tutta la parte frontale dello zaino, con la patella imbottita, dove è presente la predisposizione per pala e sonda.

La terza tasca è alta e più piccola, perfetta per riporre una maschera di cambio, la crema o altre piccole cose.

L’ultima, la più grande, rappresenta il comparto principale dove vi è il sistema REACTOR e dove abbiamo abbastanza spazio per mettere una macchina fotografica, un cambio, un piumino in più, un paio di guanti di ricambio ed il termos.

Oltre a queste cerniere ce né una dalla quale non dovrete lasciarvi trarre in inganno, hanno cercato di mimetizzarla con una colorazione tono su tono, e contiene l’airbag; sono cerniere che si aprono automaticamente con l’aumento di volume dell’airbag che è posizionato all’interno.

E’ costruito in Cordura, materiale estremamente resistente ai graffi ed all’usura. Sulla parte frontale è dotato di porta-picozza, porta tavola da snow board e porta sci (laterale).

Lo schienale è mediamente rigido ed ha una buona imbottitura e dispone di quattro buchi da cui si può sempre vedere la bombola ed il sistema per l’innesco dell’airbag. Gli spallacci sono rigidi a prima vista, specialmente nell’area del busto, ma garantiscono una buona torsione e quindi un buon comfort in fase di utilizzo. La taglia dello zaino è unica e all’interno dello schienale è presente un aggancio che permette di regolarne la vestibilità S, M o L in base alle nostre dimensioni. Dispone di una chiusura a clip all’altezza del busto ed una fascia in vita ergonomica con chiusura metallica e che dispone di una tasca chiusa da zip e del cordino di sicurezza da far passare in mezzo alle gambe.

Abbiamo testato lo zaino Arva airbag Reactor 24l a Livigno in nevose giornate di inizio stagione con gli sci da freeride e con quelli da sci alpinismo.

Ho regolato gli spallacci sulla taglia S (sono alta 165cm), ho indossato lo zaino e, sistemati i ganci e gli spallacci, la vestibilità supera di molto le aspettative. Lo zaino è comodo addosso, sia di primo impatto che dopo qualche ora di gita di sci alpinismo. Trovo lo schienale leggermente alto sul collo,ma credo che una persona alta solo 5 cm più di me non se ne renderebbe conto. Gli spallacci sono semi rigidi e aderiscono alla giacca, la fascia in vita è facilmente regolabile e si chiude con una fibbia metallica, comoda in caso di neve, non ghiaccia e si aggancia e sgancia facilmente. Dalla parte laterale posteriore della fascia in vita parte il cordino di sicurezza da far passare in mezzo alle gambe e affrancare in vita.

Apprezziamo la sua leggerezza, che mi invita a riempire ancora di più lo zaino, anche grazie ad una sapiente disposizione dello spazio, i 24l dichiarati sono effettivi.

Durante i miei test sono riuscita a farci stare dentro un piumino leggero, un paio di guanti di scorta, una maglietta di cambio, una maschera in più ed il termos, avanzando ancora dello spazio. Ha una forma compatta e stabile, in seggiovia posso permettermi di non toglierlo rimanendo seduta perfettamente.

Trovo molto pratica la maniglia di attivazione del sistema REACTOR, facile da aprire e chiudere, rotante e maneggiabile con i guanti. Mi piace perché quando prendo gli impianti, con un velocissimo gesto posso richiuderla e avere la sicurezza di non attivare il sistema involontariamente.

In conclusione lo zaino airbag Arva Reactor 24l è un modello che mi ha colpito positivamente principalmente per tre motivi:

1-Leggerezza, lo zaino + sistema REACTOR pesano 2,1kg, raramente mi è capitato di trovare zaini airbag così leggeri.

2-Comfort, oltre a essere leggero mi piace la costruzione dello schienale e degli spallacci, la possibilità di regolarli in base all’altezza e la sua portabilità in generale.

3-Organizzazione dello spazio, le tasche sono poche ma funzionali: una per le piccole cose, una per pala e sonda ed una grande per tutto il resto, non serve niente di più.

4-Sicurezza, ultimo punto che vale sia da solo che associato ai precedenti. E’ la ciliegina sulla torta.

LEGGI TUTTO
Zaino Arva Reactor 24 Zaino Arva Reactor 24 Zaino Arva Reactor 24 Zaino Arva Reactor 24 Zaino Arva Reactor 24 Zaino Arva Reactor 24 Zaino Arva Reactor 24 Molletta per lo sgonfiaggio airbag Zaino Arva Reactor 24 Zaino Arva Reactor 24

Destinazione e consigli d'uso

Lo zaino Arva airbag Reactor 24l è un modello che si distingue per leggerezza e portabilità.

Adatto a chi scia in fuoripista: sciatori, snowboardisti, sci alpinisti e chi va con la motoslitta.

Uno strumento che dovrebbe far parte della normale dotazione di chi scia al di fuori degli itinerari battuti.

Lo zaino, dotato di sistema airbag REACTOR, ha un peso contenuto di 2,1kg, più che accettabile anche per gli sci alpinisti che non vogliono rinunciare alla sicurezza di avere uno zaino airbag. Il modello che abbiamo testato ha una capacità di 24l perfetta per gite giornaliere. Noi siamo riusciti a portare: maglia di cambio, piumino, pelli, ramponi, picozza, imbrago con un paio di moschettoni, maschera da sci e guanti di cambio. Se non siete, come me, degli sci alpinisti super light e preferite portare in spalla un pò più di sicurezza questo zaino non vi deluderà.

La taglia è unica, ma c’è la possibilità di regolare gli spallacci in tre taglie S, M, L più alto o in basso in base all’ altezza dell’utilizzatore. Non è un modello disegnato specificatamente per il pubblico femminile, ma le ragazze dalla corporatura medio grande potrebbero apprezzarlo appieno.

Lo zaino airbag offre un’ ulteriore sicurezza in caso di valanga, aumentando il volume dell’ utilizzatore e quindi la superficie di galleggiamento. Una volta fatta scoppiare la bombola consigliamo vivamente di seguire le istruzioni che trovate QUI. In questo modo avrete la sicurezza di ripristinare lo zaino al meglio per gli utilizzi successivi. Una volta scoppiata, la bombola va cambiata presso un rivenditore autorizzato, consigliamo di utilizzate solo parti di cambio originali arva equipment.

Ricordiamo che lo zaino airbag aumenta le possibilità di sopravvivenza in caso di valanga aumentando il volume e quindi il galleggiamento. Non va ad intendersi che devono essere dimenticati i normali dispositivi di autosoccorso come Arta, Pala e Sonda. Nessuno di questi quattro strumenti cancella il pericolo di distacco delle valanghe occorre informarsi leggendo i bollettini e contattando gli esperti locali e mantenersi allenati sull’utilizzo degli strumenti di autosoccorso.

LEGGI TUTTO
Marca Arva equipment
Modello:Reactor 24l
Attività:Sci freeride
Utilizzatore:

Tutti

 
Anno:2019
Prezzo:579 €

Dice l'azienda

Area Airbag Reactor 24l, è uno zaino da 24 litri, che offre un volume generoso in un peso minimo grazie alla leggerezza del sistema REACTOR, unito ad un buono studio per il posizionamento degli elementi.
Sistema Reactor:
Con una capacità airbag di 150 L (2 x 75 l), unita al doppio sistema di gonfiaggio, il sistema REACTOR insiste su sicurezza ed affidabilità. La forma degli airbag e il posizionamento sono stati studiati per massimizzare la capacità di spostarsi in alto in una valanga. Il sistema di gonfiaggio è stato ottimizzato per rendere il prodotto più efficiente, compatto e leggero (790 g), e allo stesso tempo performante in caso di pericolo reale. Il sistema Reactor è estraibile dallo zaino e intercambiabile con altri zaini compatibili.

Cartuccia di ricambio Arva Steel Reactor:

Cartuccia in acciaio ultra-compatto ad alta resistenza. Conforme alle normative EN13293 e IATA (Tabella 2.3.A) per il trasporto aereo di bagagli da parte dei passeggeri. Ogni cartuccia può essere utilizzata per un singolo utilizzo e riempita esclusivamente da ARVA

Prezzo: 70€

Prodotti Correlati

Potrebbero interessarti anche

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati – via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) – P.IVA 05019050961 – info@altracom.eu

Pin It on Pinterest

Ti piace?

Condividilo con i tuoi amici!