outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST
Profilo anteriore de La Sportiva Kover JKT
Tasca pettorale sulla Sportiva Kover JKT
Dettaglio: tasca pettorale de La Sportiva Kover JKT
Profilo anteriore de La Sportiva Kover JKT
Vista posteriore della versione giallo-rosso-blu
Profilo posteriore della versione giallo-rosso-blu
Profilo frontale della versione giallo-rosso-blu
Profilo anteriore della versione giallo-rosso-blu
Imbottitura eco-friendly, biodegradabile e vegana
Imbottitura ecologica in Kapok
Aspetto della fibra Kapok internamente alla giacca
Fibra di Kapok usata per l'imbottitura
Indicazioni per il lavaggio su etichetta
Indicazioni per il lavaggio

La Sportiva Kover Jaket giacca softshell invernale 2020

Un capo ibrido che rappresenta la fusione tra un pile invernale e un soft shell con tanto riguardo nei confronti del nostro impatto sull'ambiente

Sintesi

La Sportiva Kover JKT M è un capo estremamente versatile per la capacità di termoregolazione, ma anche per via della sua elasticità che garantisce libertà di movimento in ogni attività.

Il peso contenuto e l’elevato grado di traspirazione ne fanno un capo decisamente improntato alle attività a impegno medio-alto in clima freddo.

COMPRA ORA
Riccardo Pizzetti, fisioterapista

Testato da:

Riccardo Pizzetti

il 14/04/2019 a Madonna di Campiglio

89/100

Risultati

Comfort immediato
Libertà movimenti
Traspirabilità
Termicità
Voto totale 89
Dati test
Data inizio : 14/04/2019 Data fine : 23/06/2019
Campo test : Sentieri di montagna, Piste da sci, Ambiente innevato
Condizioni neve : Farinosa, crosta, in fase di scioglimento
Descrizione terreno : Fuoripista con diverse condizioni di neve (Sci alpinismo); Sentieri e prati (trekking)
Meteo : Sole, Vento, Pioggia leggera, Neve Temperatura aria : -10°; +18°C
Scopri di più sulle nostre recensioni

Scheda tecnica

Cerniere/Zip
Integrale anteriore
Tasche
2 laterali molto ampie e 1 pettorale
Particolarità
Tessuto stretch a 4 vie; Imbottitura ecologica in fibra naturale
Imbottitura
50% Kapok, 50% Polyestere riciclato (60g)
Tessuto esterno
Trattamento idrorepellente DWR Eco Finish (0% PFC)
Peso (gr)
460 (taglia L)

Le nostre valutazioni

La Kover Jaket di La Sportiva è stata realizzata con alti standard tecnici ma al tempo stesso con il massimo rispetto dell’ambiente: l’impatto ambientale di questo capo, sia al momento della lavorazione sia nella prospettiva futura, è stato minimizzato utilizzando in parte materie riciclate (poliestere) e in parte fibre naturali biodegradabili (Flocus o Kapok): https://www.flocus.pro questo è il sito di riferimento per sapere qualcosa di più sul “movimento” per la valorizzazione del Flocus.

I vantaggi di questa fibra naturale, oltre al bassissimo impatto ambientale, sono notevoli anche dal punto di vista tecnico.

La leggerezza di Kover Jaket di La Sportiva, soli 460 g per la taglia L, si accompagna al piacevole “effetto seta” che contribuisce ad aumentarne la comodità. Se aggiungiamo al tutto il tessuto elasticizzato a 4 vie TecnoStretch Storm Fabric, si capisce quanta importanza sia stata data alla libertà di movimento e alla comodità in fase di progettazione di questa giacca.

Altro aspetto positivo della fibra Kapok è il fatto che goda di un’ottima capacità di isolamento dal vento e di una discreta capacità idrorepellente: per aumentare il grado di protezione il capo è stato rifinito con trattamento DWR senza PFC 0%.

L’aspetto estetico della Kover JKT è molto bello: il taglio è abbastanza “slim” ma senza sacrificare né comodità né libertà di movimento. Indossando questa giacca si avverte immediatamente il piacevole effetto seta. Incuriosisce parecchio la parte posteriore, a livello della schiena, l’imbottitura “a spazzola” con setole morbide.

Esternamente il tessuto ha un aspetto opposto: mostra l’elevato grado di qualità e tecnicità con cui è stato realizzato. La parte del dorso e delle maniche comunica la traspirabilità di cui è capace la Kover Jacket di la Sportiva: anche al tatto sembra “spugnosa”, a trama larga e tridimensionale, in modo da lasciar traspirare umidità e calore che si creano all’interno del capo. Le parti del petto e delle braccia sono invece rivestite da un tessuto più strutturato a trama molto fine: sono infatti le aree che richiedono più protezione dall’esposizione al vento.

La Kover JKT presenta una cerniera integrale anteriore. Il colletto è piuttosto basso e a differenza di altre giacche da sci alpinismo e trekking, non arriva a proteggere anche il mento. Le tasche stupiscono per la loro grandezza: l’accesso avviene tramite zip e il loro interno è rivestito dallo stesso soffice tessuto presente a livello della parte frontale della giacca.

Il fondo della giacca non è regolabile ma presenta un bordino elasticizzato che garantisce una buona aderenza al corpo per evitare fastidiosi spifferi d’aria; la stessa misura è stata adottata per i polsini delle maniche.

 

 

La Kover JKT di La Sportiva, oltre che bella da vedere, è stata una giacca piacevole da indossare per la sua comodità: l’effetto seta della fibra Flocus è sicuramente un elemento che favorisce il piacere di indossare questo capo.

Oltre che alla comodità e al contatto, l’elasticità di cui è capace questo capo è uno dei principali protagonisti. La capacità di seguire ogni movimento degli arti superiori e del tronco, senza offrire particolare resistenza, è la caratteristica che più mi ha colpito durante i test.

Il grado di traspirabilità della Kover JKT è ottimale, soprattutto nelle parti realizzate con la tecnologia Vaporvent®: la trama tridimensionale particolarmente larga permette l’uscita del vapore e dell’umidità ma al tempo stesso garantisce che l’aria calda resti a fare da isolante intrappolandosi nelle fibre del tessuto. Per l’attività ad alto impegno cardiovascolare, seppur in ambiente innevato/invernale come lo sci alpinismo, a mio avviso la Kover JKT è fin troppo calda. Per contro, ho provato a indossare questa giacca anche in ambiente chiuso e riscaldato: la capacità di termoregolazione è notevole, non ho accusato caldo a dimostrazione della capacità di isolamento e adattamento alle condizioni di questo capo.

Altra interessante caratteristica di questo capo è la capacità di isolamento dal vento: aria leggermente percepibile sulle maniche, in corrispondenza degli avambracci – dove volutamente è stato usato un tessuto meno protettivo ma più traspirante, mentre la sensazione è decisamente di un ottimo grado di protezione a livello del petto, delle spalle e del dorso dove infatti è ben riconoscibile il tessuto più protettivo.

Associata alla protezione del vento è doveroso citare l’idrorepellenza di cui è capace la Kover JKT di La Sportiva, anche se non è sicuramente al pari di un guscio con membrana. Camminando sotto una leggera pioggia si nota come il tessuto in corrispondenza delle spalle e del petto tenda a respingere maggiormente le goggioline, mentre a livello delle braccia c’è una maggior tendenza all’assorbimento. Dopo mezz’ora di esposizione a questa leggera pioggia gli strati sottostanti sono rimasti comunque asciutti, ma la tenuta della giacca sembrava essere già al limite.

Il colletto basso non è tipico delle giacche invernali e sicuramente durante i test con clima rigido ho percepito la mancanza di un maggior livello di protezione, bisogna però considerare che la Kover JKT di La Sportiva è stata pensata per attività a impegno medio-alto e quindi un minor grado di protezione è comprensibile. Altra possibile giustificazione di questa scelta è che in condizioni di forte vento e/o freddo intenso sia necessario comunque un capo più protettivo come un guscio.

Le tasche laterali, sorprendentemente ampie, si sono rivelate essere decisamente utili: permettono di riporre oggetti ingombranti senza dover ricorrere allo zaino. Certamente una capienza simile non deve essere abusata, il rischio è quello di trovarsi una “zavorra” in continuo movimento durante l’attività: questo mi è capitato soprattutto durante attività di trekking e l’uso della giacca in città.

A proposito di città: non è sicuramente il campo di utilizzo per cui è stato studiato questo capo, per cui è stato investito non solo del tempo da parte di La Sportiva e sono nate tecnologie all’avanguardia, ma sicuramente la Kover JKT di La Sportiva fa la sua gran bella figura e soprattutto se si viaggia con i mezzi pubblici l’ottima capacità di termoregolazione, come detto sopra, rappresenta un valore aggiunto che evita di doversi svestire e rivestire continuamente. Dopotutto questo rappresenta un aspetto importante per chi cerca un capo versatile e vuol fare una spesa intelligente.

La Sportiva Kover JKT M

Destinazione e consigli d'uso

Non consiglio la Kover JKT di La Sportiva a chi soffre particolarmente il freddo perché il grado di isolamento termico che può garantire mi sembra inferiore a quello di un piumino o di un capo a fibra sintetica. La Kover JKT è l’ideale se la destinazione d’uso è proprio quella di una giacca per l’inizio della gita o, nel caso dello ski-touring, per il rientro o in caso di basse temperature e vento in fase di risalita.

L’ottima capacità di protezione dal vento fa della Kover JKT di La Sportiva un capo molto valido e polivalente, ideale per attività outdoor in autunno, inverno e inizio primavera.

LEGGI TUTTO
Marca La Sportiva
Modello: Kover Jacket M
Attività: Sci alpinismo, Alpinismo, Trekking
Utilizzatore:

Tutti

 
Anno: 2020

Dice l'azienda

La Kover JKT è a tutti gli effetti una giacca invernale ma dal peso ridotto a quello di un pile.

La parte inferiore è realizzata in tessuto TechStretch™ Storm.

La parte superiore della giacca è interamente protetta dall’isolamento di una fibra naturale, chiamata Kapok.

La costruzione con tecnologia Vapovent™ in corrispondenza delle zone imbottite garantisce una buona ventilazione.

 L’ibrido perfetto per un utilizzo attivo nei mesi invernali.

Testato a:
Madonna di Campiglio

Scopri di più

Prodotti Correlati

Potrebbero interessarti anche

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati – via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) – P.IVA 05019050961 – info@altracom.eu

Made by

Pin It on Pinterest

Ti piace?

Condividilo con i tuoi amici!