outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST
Ski Trab Maestro .2

SKI TRAB MAESTRO.2 sci da sci alpinismo 2021/2022

SCI CON UNA STRUTTURA DA GARA MA ADATTI ANCHE A LUNGHE ESCURSIONI IN MONTAGNA

Sintesi

Per sci alpinisti che ricercano la performance in salita, con discese entusiasmanti. Leggero, veloce e versatile. Sci divertente ed ideale per lunghe escursioni.

Gianluca Partel

Testato da:

Gianluca Partel

il 18/04/2021 a Livigno

80/100

Risultati

Comportamento in salita
Leggerezza
Salita: sintonia con pelli
Comportamento in discesa
Stabilità
Discesa: curve medie
Discesa: curve brevi
Galleggiabilità
Voto totale 80
Dati test
Data inizio : 18/04/2021 Data fine : 20/04/2021
Campo test :

Livigno


Condizioni neve :

Variabile, da firn a trasformata o crostosa


Descrizione terreno :

Pendii ampi in fuoripista


Meteo :

Nuvoloso/variabile

Temperatura aria :

-5°C


Scopri di più sulle nostre recensioni

Scheda tecnica

Lunghezze disponibili

157 164 171 178

Peso (gr)

910 925 953 1000

Raggio (m)

20.5 21.7 22 24.1

Sciancratura

108/76/94

Costruzione

sandwich 14 strati

Anima

Aramide


Le nostre valutazioni

La superficie degli sci Ski Trab Maestro.2 è zigrinata con una serigrafia quasi monocromatica nera. Delle forme bianche e gialle, assieme al marchio di fabbrica e al modello, spezzano la tonalità unica scura. Il vantaggio della superficie ruvida è quello di impedire che la neve fresca si incolli, evitando che lo sci risulti più pesante e meno pratico, sia in salita che in discesa. Il raggio indicato è di 22m (varia di poco a seconda della lunghezza degli attrezzi prodotti). La soletta si presenta nera con un' impronta particolare a spina di pesce con accennate linee di una canaletta centrale (SINTERED BASE) e logo bianco della casa madre sulla punta.

Ski Trab Maestro .2
PARTICOLARE IMPRONTA SOLETTA

 

Si nota subito la caratteristica medio-stretta della silhouette (al centro di soli 76 mm), che riprende una struttura di uno sci da gara. Sollevando gli attrezzi, si rimane colpiti dall'estrema leggerezza (953gr del singolo pezzo). Ciò è dovuto alla tecnologia in ANIMA DI ARAMIDE e costruzione in 14 strati. Nonostante la sottigliezza dello spessore, l'elasticità e la resistenza alla torsione è davvero notevole, grazie all'innovativo progressive Flex Hiconnect tra le lamine e sistema Carbon Hibox per un’eccellente affidabilità e durabilità.

SKI TRAB MAESTRO.2
SKI TRAB MAESTRO.2, VISTA FRONTALE STRUTTURA LONGILINEA

 

Accostando gli sci si osserva un leggero camber centrale, che conferisce maggiore aderenza e tenuta sulle nevi dure.

Davvero intuitivo e facile l'aggancio in punta e in coda delle pelli di foca: in dotazione per il test attrezzatura sono presenti delle TESSILFOCA MOHAIR 100% MAESTRO.2, che garantiscono un'ottima scorrevolezza e una buona tenuta in salita.

 

Ski Trab Maestro 2.
PARTICOLARE AGGANCIO PELLI IN PUNTA

 

Gli attacchi montati sono prodotti direttamente da Ski Trab e appartengono al modello “TITAN VARIO.2 +ST” dotato di una piastrina con ski stopper e puntale di un solo elemento di leggero ma robusto titanio, con delle molle fisse. La talloniera permette, grazie ad una vite, il suo spostamento avanti o indietro a seconda delle necessità di regolazione e offre diverse soluzioni di progressione, con due livelli di alza-tacco. Il punto debole, però, è che non esiste una regolazione per poter proseguire la camminata direttamente sulla superficie piana degli sci. Predisposizione per eventuali rampant presente.

 

Ski Trab Maestro .2
ATTACCO TITAN VARIO.2 +ST, TALLONIERA CON PIASTRINA E SKI STOPPER

 

Con la sua forma e leggerezza è ideale per gli sci alpinisti che ricercano la rapidità in salita e desiderano percorre dislivelli anche importanti in giornata, senza faticare troppo. Ski Trab Maestro.2 è di chiara derivazione dai modelli da gara, ma si presta per una moltitudine di utilizzi in escursioni sci alpinistiche brevi o di lunga percorrenza.

Ho eseguito il test con attrezzi della misura di 171 cm, 953 gr. (peso dell'asta dello sci singolo flat), sciancratura 108-76-94 mm, con raggio di curva 22 m.

La località della prova è stata Livigno suddivisa in tre giornate, le prime due nuvoloso-variabile con visibilità discreta a causa di foschie, l'ultimo giorno cielo sereno o poco nuvoloso con ottima visibilità. Temperatura media -5 °C.

Il collegamento dell'"attacco “VARIO.2” alla punta dello scarpone risulta un po' scomodo, poiché le molle fisse necessitano di una pressione costante col bastoncino o con la mano per essere aperte (altrimenti scattano e si chiudono automaticamente), chinandosi ogni volta per agganciare o sganciare.

Cercando di simulare una gita sci alpinistica, ho risalito in più occasioni pendii e boschetti fuoripista, effettuando il primo giorno 700 metri di dislivello positivo. La leggerezza degli sci si è rivelata subito dopo pochi metri di salita; al passo sembra di avere delle piume ai piedi e la fatica, proseguendo a buon ritmo o con sprint, non si è ripercossa molto.

Le inversioni e diagonali su pendii ripidi si sono dimostrate veramente semplici, veloci ed efficaci, grazie al peso ridotto e alla forma slanciata. In poco tempo ho percorso un buon dislivello senza quasi nemmeno accorgermene.

Arrivato alla meta e tolte le pelli, è iniziata la fase di discesa da quota 2700 m. s.l.m. con 1000 metri di dislivello fino nel fondovalle di Livigno, in neve crostosa, trasformata, firn e occasionalmente fresca, fuoripista con brevi passaggi di verifica in pista.

Essendo uno sci concepito più per l'ascesa, in questa fase rivela i suoi punti di debolezza: la misura al centro stretta (76mm) e la forma slanciata, non permette di galleggiare bene nella neve fresca, in quella crostosa spesso c'è il rischio di toccare con i lati dello scarpone o di incastrarsi nel manto nevoso con le punte, sfavorendo un'azione di guida ed un controllo preciso degli attrezzi.

Nella neve portante non ghiacciata o su firn primaverile, gli sci suggeriscono il loro terreno più congeniale; sono facili da gestire e divertenti da sciare nelle curve medio-corte, trasmettono buone sensazioni di tenuta in entrata, durante e in uscita curva. Nell'arco ampio, a fine curva, rivelano vibrazioni sul piede esterno abbastanza evidenti, ma nel complesso sono ben gestibili.

Nei brevi tratti in pista percorsi (su fondo compatto ma non ghiacciato), ho provato a verificare la conduzione sugli spigoli e devo dire che, nonostante l'esile conformazione, mi hanno stupito per la loro capacità di eseguire delle sinuose curve condotte ad una velocità media senza troppi problemi.

PANORAMA VALLE DI LIVIGNO

Destinazione e consigli d'uso

Ski Trab Maestro.2 è lo per lo sci alpinista esperto che ricerca leggerezza, velocità e massima prestazione in salita. Validi attrezzi per lunghe gite primaverili, alla ricerca del terreno perfetto per la loro conformazione, ovvero il firn e la neve portante senza ghiaccio. Può essere usato anche da coloro che intendono lo sci alpinismo come “sport di fitness” e non desiderano percorrere itinerari non battuti, ma salire su dei percorsi predisposti o direttamente sulla pista per poi ridiscenderla. Non adatto ai principianti, o per chi ha poca sensibilità nei piedi e ricerca precisione in discesa. Vista la forma contenuta al centro (76 mm) è meglio indossare uno scarpone con una pianta medio-stretta e non troppo pesante, per evitare di lambire lateralmente la neve e compromettere una sciata efficace. La misura ideale è quella dell'altezza della persona con le punte degli sci al mento/naso. Non consiglio di munirsi di taglie troppo ridotte, altrimenti la stabilità risulterà maggiormente invalidata.

LEGGI TUTTO
Marca Ski Trab
Modello:

Maestro.2

Attività:

sci alpinismo

Utilizzatore:

Esperto

 

Agonista

 

Sportivo

 
Anno: 2022
Prezzo: 951.9 €

Dice l'azienda

Maestro .2, ultimo nato in casa SKI TRAB con importanti novità tecniche rappresentate dalla nuova impostazione tecnica 14 layer control.
Sci con un perfetto bilanciamento tra leggerezza per la salita e performance per la discesa, per sciatori che vogliono il massimo da uno sci.
Anima in Aramide e costruzione 14 strati garantiscono affidabilità e leggerezza. Attivo progressive flex ,hiconnect tra le lamine e una scatola di torsione Hibox per un’ eccellente affidabilità e durabilità.

Testato a:
Livigno

Scopri di più

Prodotti Correlati

Potrebbero interessarti anche

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati - via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) - P.IVA 05019050961 - info@altracom.eu - Outdoortest.it è una testata giornalistica registrata con Aut.Trib.di Milano n. 127/2020. Direttore Responsabile: Alfredo Tradati

Made by

Pin It on Pinterest