GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
TOF Fiere di Parma
OUTDOORTEST

Prowinter, lo ski rental dalle catene specializzate a Decathlon

Alla Fiera di Bolzano si fa il punto sul variegato mondo del noleggio in Italia

Dal 10 al 12 aprile il mercato dello ski rental sarà sotto i riflettori della Fiera di Bolzano. Prowinter, infatti, che si propone di essere la più importante piattaforma in Europa per il noleggio, creerà l’occasione per un confrontro fra aziende produttrici di attrezzatura da sci e le diverse realtà del noleggio italiano, che presenta un panorama assolutamente variegato: si passa, infatti, dal negozietto della piccola località sciistica al punto vendita in città della grande distribuzione, dal servizio più all’avanguardia a quello fermo agli anni ’90.

Sull’argomento eravamo entrati già qualche giorno fa, scoprendo il punto di vista di Kurt Ladstätter di Rent and Go e di Matteo Bertolino di Skiset, due colossi del noleggio di alto livello, per i quali il concetto di qualità permea non solo la gamma di prodotti proposti, annualmente rinnovata nei modelli e sempre ben tenuta in termini di manutenzione e sicurezza, ma anche il servizio al cliente nell’accezione più ampia del termine. Entrambi guardavano con interesse all’appuntamento di Prowinter, nella speranza che quello di Bolzano possa essere il primo passo di un percorso lungo e costruttivo.

“Può essere un inizio” concorda con loro Renato Lorenzi di Sport Alliance, il network composto da 300 negozi di articoli sportivi in Italia e tre in Austria. Sport Alliance è partner ufficiale italiano di Sport 2000 Rental che nel nostro Paese conta 58 noleggi e altri 500 nel resto d’Europa.

“Abbiamo l’esigenza di fare informazione e chiarezza fra i vari noleggiatori – continua Lorenzi -, due ingredienti che mancano al momento in Italia, a differenza di altri Paesi come Austria e Svizzera dove il noleggio è molto più sviluppato, la qualità è più elevata e anche l’offerta proposta è decisamente più varia. Il cliente italiano non è abituato a noleggiare lo sci perché normalmente ha sempre acquistato. Quella di Prowinter può essere anche l’occasione per tendere a migliorare il servizio in Italia, perché a parte località note, dove troviamo delle eccellenze, il resto del noleggio nel nostro Paese è dato dal negozio piccolo che tra le altre cose fa un po’ di noleggio”.

“Tra le altre cose fa anche noleggio” non solo il negozietto della piccola località sciistica poco frequentata, ma anche un gigante della grande distribuzione sportiva come Decathlon. In Italia, infatti, si colloca nel settore da un paio d’anni attraverso il noleggio diretto nei propri punti vendita, e da circa 5 anni attraverso Skimium, il servizio Decathlon per lo ski rental online che conta 130 negozi tra quelli Decathlon e gli affiliati, sparsi in 33 località.

Prowinter_2017_Marco_Parisi
Prowinter (foto Marco Parisi)

“Abbiamo aperto il noleggio nei punti vendita cittadini – spiega Marco Tessari di Decathlon-Skimium –, spinti dal fatto che concorrenti di Decathlon lo facevano già: parlo di Sport Specialist per esempio in Lombardia, o Jolly Sport su Torino. Oggi quello che tira di più per noi nel settore è il noleggio stagionale del bambino, oppure il noleggio stagionale dell’adulto con l’opzione riscatto a fine stagione”.

Decathlon in questo modo è al contempo venditore e noleggiatore, ma anche nell’ambito dello ski rental ha uno sguardo duplice. Raccoglie, infatti, con i suoi punti vendita e con Skimium sia il cliente cittadino che noleggia e ritira in città il giorno prima del weekend in montagna, sia, tramite gli affiliati, il cliente che affitta direttamente sulle piste da sci.

“Penso che per il noleggio si possa fare un discorso simile a quello dei negozi di articoli sportivi – ci dice Renato Lorenzi di Sport Alliance –: chi si è evoluto, magari grazie a un cambio generazionale, ha sentito poco la crisi che c’è stata negli ultimi anni o non l’ha sentita affatto. Chi non si è evoluto dal punto di vista dell’offerta dei prodotti, del layout del negozio, del servizio con supporto delle tecnologie informatiche, sta sicuramente soffrendo tantissimo.”

E se la crisi degli ultimi anni non è in discussione per nessuno, chi vive il doppio ruolo di vendita e ski rental come Decathlon approda a considerazioni che potrebbero rivelarsi importanti al tavolo di Prowinter il prossimo aprile, nel dialogo fra aziende produttrici di sci e noleggiatori.

Oggi il mercato della vendita dell’attrezzato sci non è più quello degli anni ’90 o inizio 2000 – spiega anche Tessari di Decathlon- Skimium -, i volumi sono sicuramente diversi, anche se come Decathlon abbiamo avuto una ripresa negli ultimi anni, forse perché abbiamo adeguato la nostra offerta alle caratteristiche del cliente italiano. Abbiamo notato però che nei negozi in cui abbiamo aperto il noleggio i risultati sul fatturato delle vendite non sono stati diversi dai negozi in cui non lo avevamo. Rispetto alle vendite il noleggio non ha portato niente di più a livello di accessoristica, ma non ha neanche tolto niente. Per cui noleggio e vendita hanno due clientele diverse: il cliente che vuole comprare compra, quello che vuole noleggiare noleggia, non si sposta fra l’una e l’altra cosa solo perché le trova entrambe. Ne puoi spostare il 5% al massimo, ma chi arriva con un’idea mantiene quella”.

 

 


Potrebbero interessarti anche

Potrebbero interessarti questi prodotti

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati – via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) – P.IVA 05019050961 – info@altracom.eu

Pin It on Pinterest

Ti piace?

Condividilo con i tuoi amici!

Ti piace sciare e sei curioso di provare sempre nuovi prodotti? Questo annuncio è per te!

Per il suo programma di indagini qualitative segrete presso una delle catene di noleggio sci più prestigiose in Italia, Outdoortest ricerca sciatrici/sciatori di ogni livello (anche principianti), purché motivati, precisi e… discreti, cui affidare il compito di svolgere un’esperienza di noleggio sci presso uno o più centri del marchio, realizzando un report di valutazione finale.

Scopri come partecipare qui