outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST

Alpinismo invernale: che attrezzatura ci serve?

La seconda parte dell'intervista ad Adriano Selva sull' alpinismo invernale


CAMP Stalker Semiauto CAMP Stalker Universal CASSIN Alpinist Auto CASSIN Alpinist Universal CAMP Alpina CAMP Neve CAMP Corsa Nanotech

L’alpinismo invernale è una disciplina severa e faticosa che si pratica nei mesi più freddi dell’anno. Le attività fisiche che si svolgono in condizioni di temperature più rigide richiedono molta attenzione nella preparazione del vestiario e dello zaino, per riuscire a trovare il giusto comfort quando si è fuori al freddo. In questo secondo approfondimento, vorremmo darvi qualche informazione in più riguardo all’attrezzatura necessaria per le uscite di alpinismo invernale.

Con l’aiuto di Adriano Selva, Istruttore Nazionale delle Guide Alpine e Sales Agent di C.A.M.P., cerchiamo di capire come dobbiamo vestirci e cosa non può assolutamente mancare nel nostro zaino.

Come ci si veste per un’uscita di alpinismo invernale?

La scelta dell’abbigliamento nell’alpinismo invernale è fondamentale. Consiglio di cercare capi che siano allo stesso tempo caldi, traspiranti, confortevoli e resistenti (soprattutto quelli che indosseremo superiormente). Ci andremo a vestire a strati, in modo da poter regolare al meglio il comfort termico durante la gita. Solitamente avremo addosso meno strati in salita rispetto alla discesa.

Partendo dall’intimo, lo strato che ci farà da seconda pelle nelle nostre uscite, consiglio di prenderlo di qualità, caldo e confortevole. Il secondo strato deve essere traspirante per trasferire il più possibile il sudore dal corpo verso l’esterno. Sopra questo indosseremo uno strato caldo imbottito in piuma o materiale sintetico come il PrimaLoft. E per concludere il tutto ci servirà un guscio esterno per proteggerci dagli agenti atmosferici. Stessa cosa vale per gli arti inferiori, indossando magari qualche strato in meno. I guanti devono garantire la giusta sensibilità alle mani, ma anche la giusta protezione termica, quindi la scelta sarà in base all’attività che si andrà a fare.

Quali calzature scegliere?

Oltre all’abbigliamento, particolare attenzione va data alle calzature. Vanno preferiti scarponi con caviglia alta, impermeabili e termici che garantiscano un buon livello di protezione dagli agenti esterni. La scelta fatela fare al piede senza farvi influenzare dalle marche.

Devono avere suole con una buona mescola ed un disegno scolpito che permettano un buon grip su terreni innevati e fangosi. Inoltre devono avere una suola semirigida per incidere meglio la neve per creare piccoli gradini quando necessario.

Che attrezzatura ci serve?

Partendo dalla testa, il casco è fondamentale se si frequentano luoghi esposti a cadute accidentali di pietre e/o ghiaccio. Va scelto della giusta taglia e allacciato.

Oltre al casco, essenziali per l’alpinismo classico sono piccozza e ramponi.

La piccozza per l’alpinismo deve essere classica, ma come la riconosciamo? La parte superiore, la testa, è formata da lama e paletta fisse innestate nel manico dritto o leggermente curvo. La parte inferiore, vicino al puntale, deve essere più affusolata possibile per agevolare la penetrazione nella neve dura. La lunghezza va in base alla propria altezza: meglio leggermente più lunga che troppo corta. Per una persona alta 1 metro e 75 centimetri, ad esempio, la piccozza deve essere lunga 60 centimetri.

I ramponi ideali sono in acciaio, a 12 punte, con costruzione classica: sono i più affidabili e garantiscono maggiore stabilità al loro utilizzatore in fase di cammino. Solo con il tempo, la consapevolezza e l’esperienza, si avrà la sensibilità di capire quale rampone va meglio per noi.

Non bisogna poi dimenticare lo zaino. Questo va scelto di una dimensione giusta, né troppo grande né troppo piccolo, rapportato all’attività e a ciò che abbiamo intenzione di portare (dai 30 ai 40 litri). Quello che non deve mancare è il termos insieme a cibo, guanti di scorta, intimo di ricambio, guscio se non già indossato, kit di primo soccorso con telo termico e lampada frontale.

AZIENDE

Potrebbero interessarti anche

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati – via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) – P.IVA 05019050961 – info@altracom.eu – Outdoortest.it è una testata giornalistica registrata con Aut.Trib.di Milano n. 127/2020. Direttore Responsabile: Alfredo Tradati

Made by

Pin It on Pinterest