GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
TOF Fiere di Parma
OUTDOORTEST

Preparazione al Monte Illimani, da Ferrino e sul Gran Paradiso

La scelta dei materiali e il video del montaggio della tenda in alta quota


Preparazione al Monte Illimani Spedizione all'Illimani: l'attrezzatura Preparazione al Monte Illimani Preparazione al Monte Illimani: Stacchini, De Paoli e Morini

Mancano ormai pochi giorni all’inizio del viaggio in Bolivia, che vedrà impegnati Massimo De Paoli, Davide Morini, la Guida peruviana Miguel Martinez e Riccardo Stacchini, testatore veterano di Outdoortest, che sarà anche i nostri occhi e la nostra voce sul campo. Da inizio giugno ad oggi si sono intensificate le fasi di preparazione al Monte Illimani, obiettivo alpinistico del tour: il gruppo ha incontrato i tecnici Ferrino, fornitore ufficiale della spedizione, e poi ha fatto allenamento sul Gran Paradiso, approfittandone per provare il montaggio della tenda in ambiente e in quota.

La partenza è fissata per metà luglio, e ormai il countdown si può dire da tempo iniziato. Almeno nella mente degli alpinisti diretti alla cresta Ovest che arriva in vetta al Pico Norte dell’Illimani, la montagna alta 6438 metri situata nella Cordigliera Reale delle Ande.

La prima fase preparatoria è stata dedicata alla selezione dell’equipaggiamento e dell’attrezzatura necessaria al viaggio. Insieme ad Alfredo Tradati, patron di Outdoortest, a inizio giugno i 4 sono stati accolti nella sede piemontese di Ferrino, fornitore ufficiale della spedizione. Riccardo Stacchini aveva precedentemente fatto una selezione dei prodotti essenziali che comprendono la tenda, il sacco a pelo, gli zaini e parte dell’abbigliamento.

“L’incontro in azienda è servito non solo ad ufficializzare il supporto di Ferrino alla spedizione – spiega Alfredo -, ma anche per mettere in contatto gli alpinisti con Marco Chiaberge Product Development Manager, che ha provveduto a illustrare le caratteristiche dei materiali, frutto di quasi 150 anni di esperienza. Con lui abbiamo scoperto in modo approfondito i prodotti salienti: siamo partiti dallo zaino, costruito con un tessuto quasi trasparente, molto leggero ma resistente; poi il sacco a pelo d’alta quota, interessante per i materiali con cui è realizzato e perché si adatta alla sagoma del corpo. E infine nell’area laboratorio ricerca e sviluppo, su una pedana di legno, abbiamo montato la tenda high lab.”

La stessa tenda modello HL Pilier 3 è stata testata nel montaggio qualche giorno dopo, questa volta non più nell’accogliente location del laboratorio Ferrino, né in un prato in bassa quota, bensì sul Gran Paradiso. De Paoli, Morini e Stacchini hanno scelto infatti il 4000 valdostano per allenare le gambe a camminare in salita e con grossi carichi sulle spalle. Nel video li vediamo alle prese con il montaggio, in condizioni climatiche non proprio favorevoli.

Nei giorni successivi gli alpinisti hanno fatto altre puntate in alta quota, salendo per esempio la cresta est dell’Aiguille de Bionnassay. Morini, il meno avvezzo all’altitudine, ha poi trascorso due notti a 4200 metri nel gruppo del Monte Rosa.

AZIENDE

Potrebbero interessarti anche

Potrebbero interessarti questi prodotti

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati – via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) – P.IVA 05019050961 – info@altracom.eu

Pin It on Pinterest

Ti piace?

Condividilo con i tuoi amici!