outdoortest.it GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
OUTDOORTEST
ARVA EVO5
ARVA EVO5

ARVA EVO5 dispositivo di ricerca in valanga 2021

Intuitivo e performante dalla linea estremamente compatta

Sintesi

Apparecchio elettronico per la ricerca di persone sepolte in valanga. Leggero e funzionale, le piccole dimensioni permettono di poterlo tenere comodamente in tasca senza necessariamente posizionarlo sul petto al contrario della maggior parte delle altre marche presenti sul mercato.

Risultati

Ergonomia design
Facilità lettura display
Ingombro
Peso
Praticità di utilizzo
Precisione
Voto totale 88
Dati test
Data inizio : 11/10/2020 Data fine : 21/12/2020
Campo test :

Piste e fuori pista sul ghiacciaio Grawand, Neve fresca in Val Senales.


Condizioni neve :

Fresca invernale, fondo duro


Meteo :

Bufera, nebbia, vento, sole.

Temperatura aria :

Da -10° a 0°


Scopri di più sulle nostre recensioni

Scheda tecnica

Ampiezza banda ricerca

50m

Dimensioni

7 x 11 cm

Antenne

3

N. sepolti

3 +

Test di gruppo

Si



Le nostre valutazioni

ARVA EVO5. Dispositivo digitale a 3 antenne, ultimo nato della famosa ditta francese che ha dato il nome a questo tipo di strumento che, se usato bene, può salvare la nostra vita e quella dei propri compagni di escursione. Colpisce immediatamente per le piccole dimensioni e soprattutto per il limitato spessore. Anche il peso è al minimo, 170 gr. batteria compresa. La cinta e il lacciolo elastico forniti in dotazione arrivano al peso record di 195 gr.

 

ARVA EVO5
ARVA EVO5

 

Nero, rosso e grigio con dettagli e linee guida serigrafati in bianco. Il design è moderno, le righe in rilievo compongono alcune forme geometriche semplicemente estetiche ma che permettono di favorire la presa evitando che l'apparecchio scivoli dalla mano durante il suo utilizzo.

 

ARVA EVO5
ARVA EVO5

 

I pulsanti sono sostanzialmente 2: il principale ha 3 posizioni (Off, Send, Search) e si utilizza facendo scorrere in diagonale il lungo triangolo rosso presente sul lato destro. Dalla posizione Off è sufficiente spingere con il pollice verso il basso per far slittare il lato rosso: in questa posizione (Send) l'arva è acceso e non si può spostare se non premendo il pulsantino rosso all'apice del triangolo. Esegue nell'ordine il check del sistema, evidenzia la percentuale residua della batteria, la possibilità di fare un check di gruppo e infine si predispone automaticamente nella funzione SEND, ovvero inizia a trasmettere il segnale. A questo punto si può inserire l'apparecchio nella tasca della giacca (preferisco la giacca al pantalone per evitare di sentire il peso sulla gamba ad ogni passo in salita), oppure nella tasca ventrale (opzionale e venduta separatamente).

 

ARVA EVO5
ARVA EVO5

 

Nella malaugurata eventualità di utilizzarlo in ricerca dovrò velocemente estrarre l'arva e slittare verso il basso il triangolo rosso su SEARCH (questa volta premendo il pulsantino rosso per sbloccare lo slittamento). Comoda la possibilità di allungare l'elastico di collegamento, facile l'utilizzo anche con i guanti pesanti. Importante far commutare il proprio arva su Search a tutti i compagni di ricerca per evitare di creare interferenze di segnale (per lo stesso motivo dovrò spegnere o allontanare ogni apparecchio elettronico che possa generare interferenza, quali ad esempio cellulare, gps, smart watch...) A questo punto inizio la ricerca seguendo i riferimenti numerici sul display (distanza in metri dal sepolto) e la freccia che indica la direzione in cui spostarsi. Le variazioni numeriche in metri sono associate al suono che aumenta di intensità mano a mano che ci avviciniamo al sepolto. Arrivati alla distanza di 3 metri il display cambia senza più dare l'indicazione della freccia: a questo punto sappiamo di essere molto vicini al sepolto, dovremo quindi effettuare una ricerca fine (anche visiva x cogliere eventuali parti rimaste a galla) avendo cura di avvicinarci il più possibile (misura in metri o decimetri più bassa possibile).

 

ARVA EVO5
ARVA EVO5

 

 

Una volta rilevata la distanza minima procedo con il sondaggio e lo scavo, probabilmente la parte più difficile e faticosa del salvataggio. Serve decisione e lucidità per scavare nel punto giusto, evitando di gravare ulteriormente con il nostro peso sulla verticale del sepolto. Nel caso ci siano più sepolti dovrò marcare il primo segnale (pulsantino rosso in basso a destra con la bandierina) lasciare un segno chiaro sulla neve (bastoncino o piccozza) e procedere con il rilevamento del secondo segnale, mentre gli eventuali compagni iniziano a sondare e scavare per disseppellire il primo segnalato.

 

ARVA EVO5
ARVA EVO5

 

 

Ho effettuato il test dell' ARVA EVO5 in casa con un secondo apparecchio Arva simulando la ricerca e la marcatura. Un secondo test con un gruppo di ragazzi del SuperSkiTeam di San Marino, squadra agonistica di sci alpino che seguo da 8 anni. Abbiamo simulato la ricerca in valanga con Arva e Pala (senza sonda), nascondendo un secondo arva sotto la neve in Val Senales. A turno i ragazzi hanno cercato il "sepolto" seguendo le indicazioni che gli dava ARVA EVO5, il tutto sotto forma di gioco ma con la giusta dose di attenzione e carica emotiva, avendo cura di velocizzare la ricerca come se sotto la neve ci fosse un proprio amico da salvare. Il "sepolto" è sempre stato trovato, in alcuni casi velocemente, in altri meno. La difficoltà più grande è stata quella di seguire le freccia direzionale, non sempre indicava la giusta via quando eravamo ancora lontani dal sepolto (dai 40 ai 30 metri). In questo caso serve controllare la distanza in metri per dirigersi dove il numero cala e il suono aumenta. Una volta diminuita la distanza (sotto i 20 metri) il segnale è più preciso e si riesce a seguire una direzione più chiara.

 

ARVA EVO5
ARVA EVO5

 

La ricerca fine è molto attendibile e permette di trovare chiaramente il punto più vicino al segnale, potendo iniziare a scavare con decisione. I ragazzi si sono trovati in difficoltà quando il display passava da metri a decimetri; si confondevano pensando che "0,9" fossero 9 metri invece di 90 cm. Gioco molto utile che ha unito divertimento a conoscenza in ambito neve. Nel frattempo ho potuto appurare le aree critiche di chi si approccia per la prima volta all'utilizzo del sistema Arva avendo ricevuto solo le nozioni di base per il suo corretto utilizzo. Facile e intuitivo in ricerca quindi ma con le accortezze sopra descritte quando ci si trova ancora lontani dal segnale.

 

ARVA EVO5
ARVA EVO5

 

La batteria si esaurisce abbastanza velocemente, soprattutto in ricerca, passando da 80% a 60% in 40 minuti di utilizzo. Serve ricordarsi quindi di porre attenzione al livello residuo di potenza in fase di accensione, cambiando la pila quando ci si trova al di sotto del 50%.

 

ARVA EVO5
ARVA EVO5

 

Destinazione e consigli d'uso

ARVA EVO5 è un apparato elettronico che può salvare la vita a se stessi e ai propri compagni di escursione. Per tale motivo è estremamente importante conoscerlo alla perfezione. La frequenza di utilizzo è standardizzata per tutti gli apparati in commercio, quindi marche diverse differiscono solo in potenza e diverse funzioni.

Questo modello è estremamente piccolo e leggero, adatto quindi a chi cerca di diminuire al massimo il peso delle varie attrezzature, soprattutto nella pratica dello scialpinismo, dove ogni grammo conta in salita. Evo5 è quindi consigliato soprattutto per lo scialpinista oltre a tutte le attività invernali o estive in presenza di neve e a rischio valanga (freeride, ciaspolate, motoslitta...).

Alcuni consigli utili per un corretto utilizzo di Arva Evo5:

Attenzione alla durata limitata della batteria, ricordarsi di cambiarla frequentemente, sicuramente al di sotto del 50% di energia residua. Una volta acceso l'apparecchio e controllato il livello residuo della batteria, effettuare il test di gruppo. Durante il periodo estivo ricordarsi di estrarre la batteria per evitare di danneggiare l'apparecchio con la fuoriuscita di liquido corrosivo. Per evitare interferenze e quindi risposte inattendibili non tenere Arva Evo5 acceso insieme ad altre apparecchiature elettroniche quali ad esempio cellulare, GPS, orologio smart watch, fotocamera, ecc... Inserire Arva Evo5 dentro una tasca assicurandosi di chiudere bene la cerniera per evitarne la fuoriuscita accidentale.

E' fondamentale partecipare ad un corso organizzato da esperti (Guide Alpine, Istruttori Cai, Istruttori Aineva, ecc...) e ricordarsi di effettuare periodiche prove insieme ai compagni di escursioni per assimilare perfettamente tutte le procedure di ricerca, sondaggio e scavo. E' estremamente importante ricordare che tutti gli apparati di autosoccorso non serviranno a nulla se non ci si preoccupa di conoscerli alla perfezione. In fase di ricerca servirà conoscenza, sangue freddo e saper coordinare le persone rimaste estranee alla valanga per estrarre il più velocemente possibile le persone sommerse, che oltretutto sono spesso i nostri amici.

LEGGI TUTTO
Marca Arva equipment
Modello:

EVO5

Attività:

Sci Freeride, Sci Alpinismo, Ciaspolate

Utilizzatore:

Tutti

 
Anno: 2021
Prezzo: 245 €

Dice l'azienda

ARVA EVO5, un A.R.T.V.A in miniatura: L’EVO5 è il più piccolo A.R.T.V.A mai concepito dal marchio ARVA. Con appena 11 cm di altezza e 7 cm di larghezza è tra i rilevatori più compatti del mercato. Il suo formato e il suo peso piuma di 170 g gli permettono di non ingombrare, senza trascurare la performance in caso di situazione di urgenza.

Piccolo ma performante: Nonostante la sua dimensione compatta, l’ultimo nato della gamma ARVA offre delle performance degne di uno grande. 50 m di larghezza di banda di ricerca, funzione di marcatura delle vittime e gestione delle interferenze legate agli smartphone e altri apparecchi elettronici assolvono perfettamente questo compito. Il Ritorno Automatico in emissione in caso di seconda valanga assicura un livello di sicurezza elevato. Il controllo di gruppo e l’indicazione di inversione a U completano le funzioni che facilitano l’utilizzo del dispositivo.

Design ed ergonomia: Il design e l’ergonomia del dispositivo sono stati gli obiettivi fin dall’inizio dello sviluppo dell’EVO5 per rendere la maneggiabilità semplice e intuitiva. Un cursore a 3 posizioni, uno schermo extra large e un tasto di marcatura centrale offrono una maneggiabilità agevole del dispositivo durante la ricerca.

Diverse opzioni di trasporto: L’EVO5 è dotato di una cinghia con custodia per il trasporto tradizionale, al dispositivo è attaccato un cordino di sicurezza che permette di toglierlo dal sistema di trasporto tradizionale e infilarlo in tasca con la sicurezza di averlo sempre agganciato

Testato a:
Ghiacciai della Val Senales, un paradiso di neve a 3200 metri, per campioni, appassionati e amanti della natura

Scopri di più

Prodotti Correlati

Potrebbero interessarti anche

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati - via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) - P.IVA 05019050961 - info@altracom.eu - Outdoortest.it è una testata giornalistica registrata con Aut.Trib.di Milano n. 127/2020. Direttore Responsabile: Alfredo Tradati

Made by

Pin It on Pinterest